Lockdown di 180 giorni nella capitale dell'Amazzonia: ospedali al collasso

In Brasile la città di Manaus ha dichiarato lo stato d’emergenza per 180 giorni per l’aumento di casi di coronavirus nella capitale dell’Amazzonia. Le autorità hanno disposto la chiusura di negozi di beni non essenziali, il diveto di raduni ed eventi pubblici e restrizioni per bar e ristoranti. Gli ospedali sono al collasso con celle frigorifere tempranee allestite all’esterno dei nosocomi mentre nel cimitero si scava senza sosta per interrare le bare. Manaus, che conta circa 2,2 milioni di abitanti, ha registrato circa 3.400 decessi dall’inizio della pandemia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata