Locatelli: "Con Pfizer e Moderna 62 milioni di dosi"

“Il vaccino mRNA-1273 di Moderna ha mostrato un’efficacia del 94,1% nel prevenire la malattia da Covid-19. A parte le reazioni locali e sistemiche transitorie, non sono stati identificati problemi di sicurezza”. È quanto si legge sul ‘The New England Journal of Medecine’, dopo lo studio che ha coinvolto 30.420 volontari. Dimostrata l’efficacia nei casi gravi: 30 partecipanti allo studio avevano un Covid-19 grave; tutti e 30 erano nel gruppo placebo, indicando un’efficacia del vaccino del 100%. Sintomi da Covid-19 sono stati confermati in 185 persone fra coloro che hanno avuto il placebo e in 11 fra quelli a cui è stato inoculato il vaccino mRNA-1273.

Intanto il presidente del Consiglio Superiore di Sanità annuncia: “Con l’ok a Moderna dall’Ema ci saranno altre 10 milioni 600mila dosi di vaccino con una piattaforma Rna virale molto simile a quella di Pfizer. E’ in corso di negoziazione la possibilità di acquisire un numero equivalente di dosi da parte di Moderna. Arriveremmo così a sfiorare i 62 milioni di dosi“, ha dichiarato Franco Locatelli, presentando i dati del Monitoraggio Regionale della Cabina di Regia. “Per il mese di gennaio – ha aggiunto – ogni settimana arriveranno dalle 450 alle 490mila dosi di vaccino. E’ un dato che documenta la capacità di questo Paese di dar corso alla più grande campagna vaccinale che la storia di questo Paese abbia mai vissuto”. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata