"Limitare le interazioni tra persone durante il periodo festivo"

Per la prima volta “si osserva un segnale di controtendenza nella trasmissibilità rispetto alla settimana precedente nell’intero Paese, con ritorno di tre Regioni ad una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 2 (Lazio, Lombardia e Veneto). Questo si realizza in un contesto europeo caratterizzato da un nuovo aumento nel numero di casi in alcuni paesi Europei e una mancata diminuzione dei casi con stabilizzazione della curva epidemica in altri”. E’ quanto si legge nel monitoraggio settimanale della cabina di regia Iss-Ministero della Salute, in cui si aggiunge e chiarisce però che “l’incidenza in Italia rimane ancora troppo elevata e l’impatto dell’epidemia è ancora sostenuto nella maggior parte del Paese”.

Una situazione che “non permette un allentamento delle misure adottate nelle ultime settimane e richiede addirittura un rafforzamento delle stesse in alcune aree del paese”.

Per questo nel report si invita “la popolazione a limitare, anche durante il periodo festivo, le interazioni con persone non conviventi a quelle strettamente necessarie escludendo in particolare episodi di convivialità in ambienti aperti e chiusi. Si incoraggia la popolazione ad evitare situazioni in cui non sia possibile rispettare le misure di distanziamento previste e di adottare con rigore l’utilizzo appropriato delle mascherine e l’igiene delle mani”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag:,