Il report settimanale dell'Istituto superiore di Sanità indica una diminuzione significativa nella trasmissibilità ma serve mantenere la drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone

Nel periodo 11 – 24 novembre 2020, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,91 (range 0,79 – 1,08). Si riscontrano valori di Rt puntuale inferiore a 1 in 16 Regioni/Province autonome. Di queste, 15 hanno un Rt puntuale inferiore a uno anche nel suo intervallo di confidenza maggiore, indicando una diminuzione significativa nella trasmissibilità. E’ quanto si legge nella bozza del report settimanale dell’Istituo Superiore di Sanità, che riporta anche come però l’impatto della epidemia sui servizi sanitari assistenziali rimane alto. Diciotto Regioni/Province Autonome, al giorno 01/12/2020, avevano superato almeno una soglia critica in area medica o Ti. Il tasso di occupazione dei posti letto in Terapia Intensiva supera ancora la soglia critica di occupazione a livello nazionale. Complessivamente, il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in diminuzione da 3.816 (24/11/2020) a 3.663 (01/12/2020); mentre il numero di persone ricoverate in aree mediche è passato da 34.577 (24/11) a 32.811 (01/12/2020). E’ quanto si legge nella bozza del report settimanale di monitoraggio di ministero della Salute e Iss.

Si conferma pertanto la necessità di mantenere la drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone. È fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile. E’ quanto si legge nella bozza del report settimanale di monitoraggio di ministero della Salute e Iss. Si ricorda che è obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine. Si ribadisce la necessità di rispettare le misure raccomandate dalle autorità sanitarie compresi i provvedimenti quarantenari dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi, evidenzia ancora il report.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata