Pubblicato il 54esimo rapporto sulla situazione sociale italiana

Sì al giro di vite per le festività: in vista del Natale e del Capodanno, otto italiani su dieci – il 79,8% – chiedono di non allentare le restrizioni o di inasprirle. Il 54,6% spenderà di meno per i regali da mettere sotto l’albero, il 59,6% taglierà le spese per il cenone dell’ultimo dell’anno. Per il 61,6% la festa di Capodanno sarà triste e rassegnata. Il 44,8 % degli intervistati è convinto che usciremo peggiori dalla pandemia e solo il 20,5% pensa il contrario. E’ quanto rileva il 54mo Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese. Inoltre per nove italiani su dieci l’emergenza e il lockdown hanno danneggiato maggiormente le persone più vulnerabili e ampliato le disuguaglianze sociali. Bocciata poi la didattica a distanza, per due dirigenti scolastici su tre ha ampliato il gap tra studenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata