La presidente del Senato in vista della Giornata dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

“Quest’anno la Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza assume un significato ancora più importante. La pandemia, che ha colpito milioni di persone nel mondo provocando morte e disagi, rischia di lasciare segni pesanti anche nel nostro futuro non soltanto per la salute e l’economia, ma anche sul piano sociale e antropologico”. Così la presidente del Senato Elisabetta Casellati in vista della Giornata dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. “Domani, sui libri, i bambini e gli adolescenti, che stanno vivendo questo tempo difficile e incerto, sono destinati a essere ricordati come ‘la generazione Covid’, la generazione dell’infanzia e dell’adolescenza chiusa dietro una porta. I ragazzi cresciuti nella solitudine e nell’isolamento. I figli di Internet che hanno dovuto rinunciare alla socialità e ai rapporti umani per sostituirli con la tecnologia e la realtà virtuale” ha aggiunto. “Oggi spetta alle istituzioni riflettere sulle strategie e sui rimedi possibili. Penso alla scuola, all’esigenza di investire realmente sulla didattica in presenza, rafforzando le misure di sicurezza e i controlli. Penso all’esigenza di sostenere le famiglie con servizi di supporto, soprattutto a favore dei bambini con disabilità, i più fragili tra i fragili” ha poi precisato. DISTRIBUTION FREE OF CHARGE – NOT FOR SALE

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata