Sospesa la riunione tra Giuseppe Conte e i capi-delegazione dei partiti che sostengono il Governo sul Dpcm, che il premier dovrebbe varare questa sera. Il testo del provvedimento sarebbe quasi pronto, ma la riunione con le Regioni, inizialmente prevista per le 15.30, è slittata alle 17 proprio per ultimare la scrittura dei testi. "Sono convinta che domattina ci sveglieremo con un Dpcm già pronto, quindi confido che entro stanotte il Dpcm arrivi a vedere la luce", ha detto a RaiNews24 il sottosegretario alla Salute Sandra Zampa.

Nel frattempo, si ricorrono le indiscrezioni sulle nuove misure. Il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, parlando a Radio 1 ha detto che "sicuramente. Se ci sono delle regioni ad alto rischio vi saranno delle limitazioni di spostamento tra queste e le regioni a basso rischio". Qualora nelle aree a rischio si faranno dei lockdown, quanto potrebbero durare? "I lockdown non saranno come a marzo e le misure avranno una durata temporanea. Serve un minimo indispensabile di due o tre settimane", ha precisato il viceministro.

"Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute". E' quanto si legge nella bozza del Dpcm che LaPresse ha potuto visionare e che è in costante aggiornamento. "È in ogni caso fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche, per tutto l'arco della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute,per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi", si legge ancora.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata