Come in Lombardia, il governatore vuole lockdown notturno

Coprifuoco anche in Campania. "Da venerdì alle 23 chiudo tutto, stanno aumentando i contagi, non c'è più tempo da perdere", ha annunciato il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, secondo quanto riportato dal Tg regionale della Campania.

In una visita all'Ospedale del Mare, De Luca ha poi parlato di un'emergenza per la mancanza di personale ospedaliero: "Mancano medici, anestesisti – ha detto -: la competenza sulle richieste fatte allo Stato è della protezione civile. La richiesta che abbiamo fatto di medici e personale aggiunti è indirizzata a loro. Abbiamo chiesto 600 medici e 800 infermieri ma ad oggi abbiamo avuto assicurazione di 50 medici in più e 100 infermieri".

"Quindi siamo clamorosamente al di sotto delle esigenze minime poste dalla Regione Campania – ha aggiunto ancora De Luca -: dovremmo avere 55mila dipendenti secondo lo standard ministeriale, e invece ricordo che abbiamo 12mila medici in meno. Per questo abbiamo chiesto personale e si deve rispondere non con questi numeri risibili e clamorosamente insufficienti. Vedremo nei prossimi giorni che arriva, per il resto faremo miracoli per reperire da altri reparti gli anestesisti che saranno necessari".

Nel frattempo, il governatore ha annunciato che riapriranno le scuole elementari: "Autorizziamo da subito progetti speciali per bambini disabili e autistici e da lunedì anche le attività delle elementari – ha detto il governatore nel corso di una visita all'ospedale del Mare -. Ovviamente i dirigenti scolastici devono rivolgersi alle Asl per garantire che ci siano condizioni sicurezza" e "si è deciso che il presupposto per riaprire deve essere la garanzia delle condizioni sanitarie, e questa è la garanzia che non può essere scaricata sui presidi, ma è in capo alle Asl", ha concluso De Luca.
 

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata