A dieci giorni dall'inizio del campionato continuano le trattative di mercato delle società italiane. Il Napoli è a un passo da Raspadori e tratta Kepa col Chelsea. La Fiorentina torna in pressing su Bajrami dell'Empoli

Dopo Dybala la Roma della presidenza Friedkin piazza un altro colpo di mercato. E’ arrivato nella Capitale, atteso da una folla di 500 persone assiepate all’uscita dell’aeroporto di Ciampino, il centrocampista olandese Gini Wijnaldum che ha così iniziato la sua avventura in giallorosso. In mattinata il club ha definito gli ultimi dettagli con il Psg dopo diverse settimane di trattative. Alla fine si è raggiunto l’accordo per un prestito gratuito con diritto di riscatto a 8 milioni, con la Roma che pagherà il 50% dello stipendio (circa 5 milioni netti). Il giocatore ha di fatto rinunciato a un milione lordo per facilitare la chiusura della trattativa.

Presentazione di Paulo Dybala a Roma

Presentazione di Paulo Dybala a Roma

Come era accaduto anche per l’arrivo di Dybala, la società giallorossa ha messo a disposizione un volo privato che da Rotterdam (dove dove risiede la famiglia del calciatore) ha fatto scalo a Parigi da cui è salito a bordo Wijnaldum per raggiungere la Capitale. Prime foto con la tifoseria in attesa delle visite mediche e della firma sul contratto che arriveranno nella giornata di venerdì. La Roma ha realizzato un colpo anche in uscita con la cessione di Veretout al Marsiglia che ha voluto subito dare la spinta finale alla trattativa in vista del campionato, in partenza venerdì prossimo. L’accordo si è chiuso con una cessione a titolo definitivo a 11 milioni di euro più bonus.

Si muove anche il Napoli ad un passo da Giacomo Raspadori. L’accordo con il giocatore c’è, ma la trattativa con il Sassuolo è ancora da definire. Il presidente De Laurentiis però vorrebbe chiudere in fretta. L’intesa con il giocatore c’è già da diverse settimane, sulla base di un contratto quinquennale da 2.5 milioni a stagione. A buon punto anche la trattativa per il portiere spagnolo Kepa Arrizabalaga, del Chelsea. C’è l’accordo sul prezzo del prestito secco, 3 milioni di euro, ma non sui bonus richiesti dai Blues. Si parla di tre milioni in caso di ritorno in Champions e altri 2,5 per il passaggio dalla fase a gironi agli ottavi di finale. Ancora non c’è la ‘quadra’ ma si nutre fiducia sulla riuscita dell’affare.

Germania-Italia, gli azzurri a Moenchengladbach per la partita della Nations League

Giacomo Raspadori con la Nazionale

Nella Juve c’è da sfoltire la rosa ma si continua a lavorare in entrata. I bianconeri sono al lavoro per Filip Kostic, ala sinistra serba dell’Eintracht Francoforte, individuato come la priorità. Ma per l’attacco si prova a riportare a Torino Morata, mentre a centrocampo c’è già l’accordo con Paredes. Il Psg chiede 15 milioni per cederlo. “La società ha lavorato molto bene su questo mercato. Per quello futuro è tutto da vedere, ci sono dei giocatori in uscita, la società lavorerà per allestire una rosa importante”, ha dichiarato il tecnico bianconero in merito alla campagna acquisti bianconera, che su Paredes non si sbilancia: “Abbiamo Locatelli, Rovella, sono contento così”. Sugli altri fronti la Fiorentina torna in pressing su Bajrami dell’Empoli, mentre al Verona piace Kallon del Genoa. Il Psg aggiunge una nuova stella alla sua squadra dei sogni ingaggiando il centrocampista portoghese Renato Sanches, arrivato dal Lilla, corteggiato a lungo dal Milan.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata