I giallorossi salgono così a quota 6 punti in campionato, mentre la formazione di Castori resta ferma a 0 con due sconfitte nelle prime due uscite

Tutto facile per la Roma che nel secondo tempo travolge per 4-0 la Salernitana e centra il secondo successo in due partite. La squadra di Mourinho parte lentamente, ma nella ripresa dilaga con la doppietta di Pellegrini, Veretout ed il primo gol italiano di Abraham. I giallorossi salgono così a quota 6 punti in campionato, mentre la formazione di Castori resta ferma a 0 con due sconfitte nelle prime due uscite.

In avvio di gara Mourinho schiera ancora Abraham titolare con alle spalle Pellegrini. In mediana largo a Cristante e Veretout, mentre sull’out di sinistra è confermato Vina. Per la Salernitana ancora panchina iniziale per il neo acquisto Simy: Castori opta per un 3-5-1-1 con Obi alle spalle di Bonazzoli. L’avvio di gara è di marca capitolina, ma i campani chiudono bene gli spazi e fanno densità in mezzo al campo per poi ripartire in contropiede. Il primo squillo è della Roma, ma il sinistro di Vina è neutralizzato da Belec. Gli ospiti faticano a trovare il ritmo giusto e provano ad affidarsi alle giocate di Abraham: l’ex Chelsea al 15′ non riesce a correggere un tiro sbilenco di Mancini. La gara stenta a decollare, merito di una Salernitana arroccata dietro a protezione del pareggio: la Roma manda in scena un autentico monologo, senza tuttavia riuscire a pungere in maniera efficiente. Al 34′ è ancora Abraham ad essere pericoloso, non riuscendo ad inquadrare lo specchio della porta sul traversone di Karsdorp. Si tratta dell’ultima emozione del primo tempo, che termina a reti inviolate nonostante la grande mole di gioco prodotta degli uomini di Mourinho.

Nella ripresa la musica cambia, insieme al ritmo dei giallorossi che al 48′ sbloccano la gara dell’Arechi: Vina serve l’accorrente Pellegrini che controlla e con il mancino buca Belec per lo 0-1. E’ il gol che cambia volto alla gara, consentendo alla Roma di trovare gli spazi fin lì preclusi dall’atteggiamento difensivo della Salernitana. Tempo di pochi giri d’orologio che gli ospiti trovano anche il raddoppio: ci pensa Veretout a concludere al meglio un’azione corale da applausi della banda di Mourinho. La Salernitana incassa il colpo ma prova con orgoglio a reagire con l’ingresso di Simy, senza tuttavia pungere più del dovuto. Al 69′ c’è anche il tempo per il primo gol italiano di Abraham: l’ex Chelsea insacca di destro l’assist di Carles Perez, con il pallone che bacia il palo e si insacca. La partita è virtualmente chiusa, ma al 79′ arriva anche il poker capitolino: ci pensa Pellegrini (doppietta) che pesca l’incrocio dei pali per il definitivo 4-0. Gli ultimi minuti sono pura accademia, con Shomurodov e Simy che cercano gloria personale senza trovarla: la squadra di Mourinho colleziona così altri tre punti e torna in vetta a punteggio pieno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata