La Fiorentina respinge gli assalti dall'estero per l'attaccante: "Mai stato in vendita"

Dusan Vlahovic, corteggiato dall’Atletico Madrid e dai club di Premier League, dovrebbe continuare a segnare per la Fiorentina anche in questa stagione. E’ stato il presidente dei viola Rocco Commisso in persona a stoppare le voci sul possibile addio del giovane centravanti serbo. “Vlahovic non è stato mai in vendita. Tutti si stanno muovendo, i procuratori, le squadre che vogliono fare più soldi. E’ vero che ci sono notizie, ma ancora l’offerta giusta non è arrivata e anche se arriverà non credo che se ne andrà – ha sottolineato ai microfoni del Tgr Toscana – Gli abbiamo proposto un contratto e il ragazzo ci sta, sarà il più costoso mai fatto dalla Fiorentina. Sono contento per lui. Il contratto si deve rinnovare. Se poi vuole andare via, non quest’anno. Lui deve capire che è stato Rocco e la Fiorentina a portarlo in questi anni qui, dove è. Se deve andare via, non quest’anno”. La società toscana intanto ha rinnovato il contratto di Nikola Milenkovic di un’ulteriore stagione, fino al 2023.

Pedro cambia sponda del Tevere: alla Lazio con Sarri

Restando in tema di attaccanti, la Lazio ha il suo nuovo numero nove: si tratta di Pedro, che cambia sponda del Tevere lasciando la Roma, dove era ai margini, per tornare alla corte di Maurizio Sarri, che l’aveva già allenato ai tempi del Chelsea. Prosegue invece il casting dell’Inter per l’attacco: è testa a testa tra Joaquin Correa e Marcus Thuram. Il Milan guarda al futuro per il reparto offensivo (il nome nuovo è quello di Pietro Pellegri, esploso con la maglia del Genoa prima di approdare al Monaco, dove non è riuscito a ripetersi) ma intanto mette a segno un altro colpo con l’arrivo di Alessandro Florenzi. L’accordo con la Roma è stato trovato. Prestito di un milione con diritto di riscatto a 5,5, domani la visite mediche e la firma. A pochi giorni dall’inizio del campionato, rinforzo importante per la Salernitana. Simy lascia il Crotone a titolo temporaneo con obbligo di riscatto e tenterà di salvare i campani. Si muove anche lo Spezia, che ha prelevato dall’Hammarby il talentuoso svedese classe 2002 Aimar Sher.

Fiorentina vs Lazio - Serie A TIM 2020/2021

Lewandowski vuole lasciare il Bayern Monaco

Guardando all’estero, Robert Lewandowski ha espresso l’intenzione di lasciare il Bayern Monaco per affrontare una nuova sfida. Il club tedesco però non lo lascerà partire per meno di 115 milioni di euro, una richiesta cifra che complica i piani dell’ex Borussia Dortmund, che ha il contratto in scadenza nel 2023. L’attaccante in ogni caso pubblicamente non romperà con la sua attuale squadra, dove si trova comunque bene. In passato, riporta ‘As’, Lewandowski è finito nel mirino del Real Madrid, che però adesso è concentrato sull’affare Mbappé, priorità assoluta per la Casa Blanca. Per il francese però il Psg continua a far muro. “E’ un nostro giocatore e non vedo perché non dovrebbe essere con noi in questa stagione – ha ribadito in conferenza stampa il tecnico Mauricio Pochettino – Si dicono tante cose, alcune che accadono e altre che non accadono mai. Kylian ha un anno di contratto, è un giocatore del Psg. Siamo contenti di lui e, da quello che vedo, è contento anche di noi”. Il braccio di ferro tra le due litiganti potrebbe proseguire anche nell’estate 2022, su un altro nome destinato a incendiare il mercato: Paul Pogba. Secondo quanto riporta ‘As’ il francese, che non rinnoverà il contratto con il Manchester United, preferirebbe come destinazione la Spagna, ma il club francese può garantirgli uno stipendio più alto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata