La Juve lavora sotto traccia: il nome per l'attacco resta sempre Scamacca

Il Milan si candida a essere la regina assoluta di questo mercato di gennaio. Mario Mandzukic è il regalo di Maldini e Massara a Stefano Pioli per rinforzare, in termini di esperienza e carisma, l’attacco. Il croato, svincolato, è carico per la nuova avventura italiana. “Sono grato ai vertici per l’opportunità di entrare a far parte di questo grande club. Sarà un vero onore indossare questa maglia iconica e combattere per i rossoneri – ha scritto in un post sui social – Posso solo promettere che darò il massimo in ogni partita e cercherò di aiutare la squadra in ogni modo possibile. Sono sicuro che insieme possiamo realizzare il sogno di ogni fan del Milan e ce ne sono molti in Croazia”. L’ex giocatore della Juventus vuole sfatare la ‘maledizione’ della maglia numero 9, che dopo Pippo Inzaghi non ha portato fortuna ai vari attaccanti che si sono succeduti a Milano. Da Piatek a Pato passando per Matri e Fernando Torres, nessun bomber ha lasciato mai davvero il segno in rossonero. In Via Aldo Rossi però lavorano per ulteriori colpi: stretta finale per il prestito di Fikayo Tomori dal Chelsea: il difensore è atteso in Italia nei prossimi giorni. In alternativa l’ultima idea per la corsia mancina è quella che porta a Junior Firpo, in uscita dal Barcellona e possibile vice di Theo Hernandez. Un rinforzo sulle fasce sarà comunque necessario visto che Andrea Conti è diretto al Parma (prestito con obbligo di riscatto a 7 milioni) e Dalot predilige giocare sulla destra.

La Juventus continua a muoversi sottotraccia per regalare rinforzi ad Andrea Pirlo. Il nome per l’attacco è sempre quello di Gianluca Scamacca, in prestito al Genoa ma di proprietà del Sassuolo. Colpo di scena nella trattativa tra la Sampdoria e l’esterno dell’Amiens Sanasi Sy: il giocatore ha firmato a sorpresa per la Salernitana, con cui si è legato fino al 2024. In casa Atalanta invece Gasperini ha tolto dal mercato Lammers, richiestissimo da mezza Serie A. “Se le cose stanno così resta”, ha evidenziato alla vigilia del recupero di campionato con l’Udinese. In Inghilterra il City preme per Romelu Lukaku, identificato come sostituto del ‘Kun’ Aguero, ma l’Inter può stare tranquilla: il belga non è intenzionato a muoversi. L’entourage di Big Rom infatti ha risposto al tabloid definendo “fantasy news” le voci su un possibile addio in estate. Più incerto il destino di Mohamed Salah, che ha fatto un ‘assist’ al Liverpool. “Voglio restare qui il più a lungo possibile – ha raccontato l’attaccante egiziano in una intervista al canale norvegese TV2 – Ma, come ho già detto, il futuro è nelle mani del club. Darò sempre il 100% fino all’ultimo minuto in cui sarò in questo club, voglio vincere più trofei possibile”. Guarda al futuro invece il Real Madrid: in Spagna sono sicuri di un’intesa per luglio tra i blancos e David Alaba, in scadenza di contratto in estate con il Bayern Monaco e destinato all’addio. Secondo ‘Marca’ il difensore ha già firmato un contratto quadriennale da 11 milioni di euro a stagione. Il padre-agente del giocatore austriaco, inseguito dalle big europee, dal City al Liverpool passando per il Psg, però alla ‘Bild’ frena. “Niente è ancora chiuso – ha spiegato – altre società sono interessate”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata