"Lotteremo fino alla fine", garantisce il tecnico granata

"Fino all'ultimo noi proveremo a vincere questa partita". E' la promessa di Sinisa Mihajlovic, allenatore del Torino, alla vigilia dell'atteso derby con la Juventus in programma domani sera allo Stadium. Match che arriva ad appena due giorni dalla commemorazione della tragedia di Superga. "Uno stimolo ulteriore a far bene domani", ha spiegato il tecnico serbo in conferenza stampa. "Questa ricorrenza per noi rappresenta passato e presente, per chi non conosce il Toro questa è solo retorica. Ma non è così. Ogni volta che il Toro scende in campo, con lui scende in campo anche la sua storia". "Questo – ha proseguito Mihajlovic – non significa che domani per forza vinceremo perchè affrontiamo una squadra molto forte, ma sicuramente lotteremo fino alla fine. Hanno la difesa più forte del mondo, sarà un bel banco di prova per i nostri attaccanti. E dalla metà campo in su hanno giocatori pronti a segnare in ogni momento. Ma non credo che esistano squadre imbattibili".

 "Credo sia stato un grande privilegio esserci", ha proseguito il mister serbo a proposito della cerimonia di ieri. "So che per tutta la gente granata il 4 maggio non sarà mai un giorno qualsiasi. Si è visto quanto amore i tifosi provano per il Toro e per la sua storia". Tornando all'impegno con i bianconeri, Mihajlovic ha avvertito che "domani per vincere servirà la partita perfetta. Dovremo essere bravi a sfruttare quelle poche occasioni che ci concederanno. Dall'altra parte serviranno rabbia e concentrazione per non farli segnare. Sappiamo – ha proseguito – che se giochiamo come sappiamo possiamo metterli in difficoltà. Loro non saranno distratti perchè non fa parte della loro mentalità". Da Mihajlovic parole di elogio per il collega Allegri: "Ha dimostrato con i fatti di essere uno dei migliori allenatori al mondo. Ogni anno sta migliorando la sua squadra e ha la possibilità di centrare il 'triplete'". Parlando dei singoli, il tecnico granata si è dichiarato "molto contento" del ritorno al gol di Iturbe in occasione del match contro la Sampdoria: "Ha avuto una piccola distorsione e sta recuperando: non ha ancora i 90 minuti ma è un'ottima soluzione a partita in corsa". Quanto a Belotti, da due gare a secco, "gli ho parlato, l'ho visto un po' ossessionato dal gol, e così non deve essere. Deve stare sereno e tranquillo – ha aggiunto Mihajlovic – finché si farà guidare dalla sua generosità farà sempre gol e sarà sempre amato dai compagni".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata