Il progetto green e innovativo di un floral designer di Torino: non solo arredo, purifica l'aria e regola l'umidità degli ambienti

Un giardino anche per chi un giardino non ce l’ha: è Parete Viva, il vertical garden pensato per gli interni (ma applicabile anche all’esterno) progettato dal floral designer torinese David Zonta. “Si tratta di un modulo a circuito idrico chiuso, completo di vasca a tenuta stagna per il contenimento dell’acqua e delle pompe per l’impianto di irrigazione e concimazione a goccia – spiega Zonta -. Completa il tutto un impianto illuminante con luci a led fitostimolanti utili alla fotosintesi clorofilliana delle piante”.

Con le restrizioni e divieti, i lockdown e le quarantene e lo smartworking diventati ormai quotidiani a causa della pandemia “tutti noi abbiamo sentito la necessità di avvicinarci al verde con un approccio più green nei confronti del pianeta che abitiamo e dando anche maggiore cura per gli ambienti che viviamo”. Parete Viva, oltre ad arredare e a portare un’area verde direttamente tra le mura di casa, contribuisce anche purificare l’aria e a regolare l’umidità degli ambienti.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata