Venerdì 30 Settembre 2016 - 17:00

Trump attacca ancora ex miss Universo: Disgustosa, fece film hard

Il repubblicano chiamò Alicia Machado anche "miss porcella" e "miss colf"

Alicia Machado

Il candidato repubblicano alla Casa Bianca, Donald Trump, torna ad attaccare la ex regina di bellezza Alicia Machado, dopo che suoi commenti in passato causarono indignazione e dopo che questa settimana la sfidante democratica Hillary Clinton li ha usati per accusarlo di misoginia e razzismo. Questa volta, Trump ha definito "disgustosa" la ex miss Universo e ha parlato della sua presenza in presunti filmini hard, rifiutandosi di tacere su un tema che rischia di danneggiarlo ulteriormente nelle preferenze di donne e ispanici, a meno di sei settimane dal voto dell'8 novembre.

Clinton ha rievocato le frasi di Trump, come esplicative della visione che il magnate ha delle donne, nel primo dibattito in vista delle presidenziali, lunedì notte. Ha ricordato che Trump chiamò la ex miss Universo 1996 "miss porcella" e "miss colf", nel primo caso 'accusandola' di essere troppo formosa e nel secondo facendo riferimento alle sue origini venezuelane. Il repubblicano non ha mai chiesto scusa a Machado e in una intervista televisiva martedì l'ha al contrario criticata di nuovo per aver preso peso dopo aver vinto il titolo nel 1996.

La ex regina di bellezza Alicia Machado

"La disonesta Hillary ha aiutato la disgustosa (controllate i video hard e il passato) Alicia M. a diventare cittadina americana per poterla usare nel dibattito?", ha detto Trump. Ha aggiunto che la campagna di Clinton non conosceva il passato della regina di bellezza ed è stato "ingannato" dalla donna. Non ha, però, fornito alcun elemento concreto in proposito. Né la campagna di Clinton, né Machado hanno commentato. La donna, ora cittadina americana, è apparsa sui principali canali tv concedendo numerose interviste, in cui ha detto di essersi sentita umiliata da Trump. Politico ha ricordato che la ex modella ha preso parte a programmi reality in tv e posato nuda per la versione messicana di Playboy, ma che non sono state trovate prove che abbia mai preso parte a film pornografici.

Le affermazioni di Trump potrebbero ridurre ulteriormente l'appoggio delle donne e degli ispanici, entrambi a favore di Clinton, secondo i sondaggi. Una media dei sondaggi, aggregati da RealClearPolitics, mostra che Clinton è avanti di 2,9 punti percentuali rispetto allo sfidante, il 47,4% contro il 44,4%. Leggermente meno del margine precedente di 3 punti registrato mercoledì, ma più dello 0,9% del 19 settembre. L'ultimo sondaggio nazionale Reuters/Ipsos, diffuso mercoledì, dava Clinton al 42% e Trump al 38% tra i probabili votanti.

 

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nord Corea, Rodman: Liberazione studente grazie al mio viaggio

Nord Corea, Rodman: Liberazione studente grazie al mio viaggio

L'intervento dell'ex stella dei Chicago Bulls dopo il viaggio di cinque giorni a Pyongyang

Coalizione Usa: No ci sono prove se al-Baghdadi sia vivo o morto

Coalizione Usa: No ci sono prove se al-Baghdadi sia vivo o morto

"Se vivo non è in grado di influenzare quello che sta avvenendo attualmente a Raqqa o a Mosul"

Washington Post: Cia ha accertato coinvolgimento di Putin in hackeraggio elezioni

La Cia accertò intervento di Putin in hackeraggio elezioni Usa

Secondo il Washington Post il presidente russo avrebbe lavorato per far eleggere Trump e danneggiare Clinton

Russia, commissione elettorale: Navalny non potrà correre per presidenza

Russia, il blogger Navalny non potrà correre per presidenza

Parere negativo da commissione a causa della sua condanna penale