Lunedì 22 Maggio 2017 - 07:45

Times: Isis ha usato cavie per testare armi chimiche

Il quotidiano cita documenti trovati nell'Università di Mosul

Smoke rises from an airstrike during a battle between Iraqi forces and Islamic State militants in western Mosul

Lo Stato islamico avrebbe testato alcune armi chimiche sui prigionieri,  sfruttati come vere e proprie 'cavie umane' e morte dopo un'agonia lunga anche dieci giorni, in esperimenti di 'stile nazista'. Lo rivela il quotidiano britannico Times in possesso di alcuni documenti, ritrovati nascosti nell'università di Mosul da parte delle forze speciali irachene dopo aver riconquistato parte della roccaforte dai jihadisti.  I militari hanno scoperto in quelle stanze occupate dall'Isis tracce di agenti chimici come l'iprite. Inoltre, gli stessi laboratori dell'edificio erano stati convertiti in siti dove venivano sviluppate armi chimiche. Le ultime rivelazioni del Times, che arriverebbero dagli apparati di sicurezza americani e britannici che avrebbero visionato i documenti, rivelano altri particolari: i jihadisti avrebbero avvelenato per giorni i pasti dei prigionieri con composti di pesticidi, tallio, nicotina e altre sostanze, portandoli alla morte dopo lunghe agonie, durate anche settimane. Sempre nei documenti, i terroristi parlano di 'arma letale ideale' e sostengono di essere in possesso "di diverse soluzioni" per colpire l'Occidente. Uno scenario che il Times non ha esitato a definire "un salto indietro verso il nazismo".
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Usa: Trump in partenza per l'Arizona, visita confine col Messico

"Charlottesville, media disonesti". Scontri a convegno Trump

Il presidente americano parla anche di Messico e Corea del Nord. Spary urticanti sui manifestanti anti-Trump

Barcellona, libero un arrestato. Documento Isis in covo di Alcanar

Un altro imputato resterà in carcere ancora per 72 ore. Negata la cauzione agli altri due. Chemlal: "Volevamo colpire la Sagrada Familia"

Egitto, da Usa stop a 300mln in aiuti: pochi progressi in diritti umani

Usa, stop a 300mln in aiuti a Egitto: pochi progressi diritti umani

Frustrazione per una nuova legge che regola le organizzazioni non governative

Pamela Anderson si schiera con cetacei: Chiudete Marineland ad Antibes

Pamela Anderson si schiera con cetacei: Chiudete Marineland ad Antibes

Si è fatta immortalare davanti a un manifesto del parco con un cartello dell'associazione animalista Peta