Sabato 14 Aprile 2018 - 20:15

Serie A, Bessa affonda Crotone: Genoa quasi salvo, Zenga rischia

Sono 11 ora i punti di vantaggio dei rossoblu sulla zona rossa, delimitata proprio dai calabresi

Genoa - Crotone

Una rete di Bessa nel primo tempo consente al Genoa si superare il Crotone e di festeggiare virtualmente la salvezza. Sono 11 ora i punti di vantaggio dei rossoblu sulla zona rossa, delimitata proprio dai calabresi: un margine rassicurante, a sei turni dal termine. Dovrà invece lottare fino alla fine la formazione calabrese, apparsa viva e in buona condizione, ma poco incisiva sotto porta. Ballardini conferma il 3-5-2 con Lazovic e Laxalt sulle fasce, Hiljemark, Bertolacci e Bessa in mediana, coppia d'attacco Medeiros-Galabinov. Zenga lancia invece il tridente con Trotta, Simy e Ricci. A centrocampo c'è l'ex Mandragora, schierato sul centro-destra.
 

Prima parte di gara giocata su ritmi altissimi, con rapidi capovolgimenti di fronte. È il Genoa però a rendersi maggiormente pericoloso e al 4' reclama un rigore per un contatto sospetto in area tra Medeiros e Sampirisi: Irrati lascia correre. Al 10', invece, l'arbitro di Pistoia accorda la massima punizione ai rossoblu quando Medeiros irrompe in area e cade sull'uscita di Cordaz. Interviene il Var, che invita il fischietto a rivedere le immagini e Irrati ci ripensa, ammonendo il portoghese per simulazione. Al 28' Medeiros si fa perdonare, mettendoci lo zampino nell'azione del vantaggio dei suoi: perfetto il cross dalla destra per Bessa, che colpisce di testa e batte il portiere calabrese. Nuovo consulto Var per controllare la posizione di partenza dell'ex veronese, ma stavolta le immagini confermano la bontà della prima decisione. Il Crotone è sotto e prova a riportarsi in parità. Una buona chance capita al 38' tra i piedi di Faraoni, che ci prova al volo dopo una respinta di pugno di Faraoni, mancando però malamente il bersaglio. E allora il Genoa a sfiorare il raddoppio poco prima dell'intervallo, ancora con Bessa, che calcia alto da due passi un pallone d'oro servitogli da Hiljemark, imbeccato dal solito Medeiros.

Dopo l'intervallo Zenga sostituisce Ajeti con Barberis e il Crotone prova a spingere. All'8' Martella si ritrova tra i piedi un buon pallone al limite dell'area: alta la sua conclusione. Ci prova Simy poi al 22' con un colpo di tacco dall'interno dell'area piccola, ma la difesa genoana libera. Ballardini inserisce forze fresche - Pereira e Cofie - e i suoi arretrano il baricentro. Al 29' altra chance per Simy, che manca l'impatto col pallone su cross da sinistra di Martella, poi al 33' è Ricci che manda incredibilmente fuori di testa su invito ancora di Martella. Zenga lancia nella mischia pure Tumminello e il Crotone preme. Perin salva su Trotta, ma il Genoa è in affanno anche perché spreca in contropiede. Cofie calcia fuori, Bertolacci spara prima su Cordaz e poi coglie una traversa clamorosa e allora la squadra di Ballardini deve soffrire fino alla fine, ma stringe i denti e porta a casa una vittoria davvero importante.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Napoli vs Crotone - Serie A 2017-2018

Milik e Callejon regalano record a Sarri: Napoli-Crotone 2-1

La vittoria in casa della squadra di Sarri porta i ragazzi di Zenga alla retrocessione in Serie B

Genoa vs Torino

Iago-Baselli e Toro batte Genoa 2-1. Perin saluta Marassi

Il Genoa, salvo da tempo, chiude male la sua stagione con la quarta sconfitta consecutiva

Crotone - Lazio

Milinkovic salva la Lazio a Crotone. Champions a portata di mano

Agli uomini di Inzaghi basta il pareggio interno con l'Inter. Calabresi sull'orlo del baratro

Benevento vs Genoa

Serie A, Diabatè fa sorridere Benevento: festa al Vigorito, Genoa ko 1-0

Tre punti che non servono a raddrizzare la classifica dei sanniti, retrocessi ormai da qualche settimana