Lunedì 09 Maggio 2016 - 15:30

Saviano a Cantone: Nichilista? Un errore, attenzione a omertà silenziosa

"Puntare una contraddizione non significa patteggiare per quella contraddizione"

Raffaele Cantone

"Non mi spaventa essere definito nichilista o malinconico: non lo sono. Puntare una contraddizione non significa patteggiare per quella contraddizione. Spesso si fa questo errore: prendersela con chi racconta il male e non con il male stesso. Lo raccontava già Giacomo Leopardi nello 'Zibaldone' quando scrive che gli italiani odiano chi nomina il male, non il male stesso". Così Roberto Saviano, interpellato da LaPresse alla fine della conferenza stampa sulla seconda stagione di 'Gomorra' al teatro Opera di Roma in merito alle parole del presidente dell'Anac Raffaele Cantone che su 'Libero' lo ha definito nichilista. "Il problema è un altro - spiega lo scrittore -. Con il governo Berlusconi l'antimafia e i temi mafiosi erano strumenti per mettere in crisi la situazione politica nazionale, oggi quando si parla di mafia si diffama il Paese. Penso non sia vero. C'è molto da fare e si può fare molto: non è tutto perduto, ci sono moltissime risorse. Raccontare è una di queste risorse". "Mi spiace molto - ha aggiunto Saviano - che si stia tornando a questa sorta di silenziosa omertà cioé che non parlarne sia sufficiente per risolvere il problema". "Io non credo che non si possa dire che in 'Gomorra' c'è bellezza. E' la contraddizione di due binari paralleli", ha concluso.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Melendugno, protesta anti-Tap

Gasdotto Tap, inammissibile l'emendamento per arrestare chi entra nei cantieri

Lo stop in commissione Bilancio. Il M5S: "Era l'ennesimo abuso della politica che calpesta le comunità per favorire le lobby"

Assemblea Dems

Centrosinistra, Orlando richiama a unità, ma critica nome Grasso in Leu

Il candidato premier di Liberi e Uguali a distanza promette un "programma di cambiamento"

Ginocchiata all'arbitro: il Millennial scelto da Renzi lascia la direzione Pd

Gianluca Vichi si scusa ma critica la stampa: "Accanimento eccessivo nei miei confronti"

Pensioni, Renzi contro Di Maio: "E' una vera follia tagliare quelle da 2.300 euro"

Scontro sulle cifre tra il segretario Pd e il candidato M5S. Il pentastellato replica: "Vogliamo ridurre quelle oltre 5mila euro"