Sabato 10 Febbraio 2018 - 18:45

Poker Milan alla Spal: Cutrone show, Europa non è sogno

Per il Milan di Rino Gattuso quarta vittoria nelle ultime sei partite

Spal vs  Milan  - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2017 2018

Quando si dice l'istinto per il gol: è quello di Patrick Cutrone che con una doppietta trascina il Milan alla vittoria per 4-0 in casa della Spal nell'anticipo della 24esima giornata di Serie A. A segno anche Lucas Biglia, al suo primo gol in maglia rossonera, e Fabio Borini.

Per il Milan di Rino Gattuso quarta vittoria nelle ultime sei partite e la rincorsa ad un posto in Champions League che ora non è più solo un miraggio. I rossoneri, infatti, si portano a 38 punti in classifica a -7 dal quarto posto occupato dai cugini dell'Inter. Con ancora 14 partite da giocare per Bonucci e compagni è assolutamente lecito sognare. Un Milan letteralmente rivitalizzato da Gattuso, che ha avuto ancora una volta il coraggio di affidarsi alla fame di gol di Cutrone. Il giovane centravanti lo ha ripagato firmando una doppietta che lo proietta a quota 5 reti in campionato e ora sarà difficile metterlo fuori squadra.

Seconda sconfitta di fila per la Spal, quarta nelle ultime sei partite e classifica che inizia ora a farsi sempre più complicata. La panchina di Semplici inizia a traballare. Rino Gattuso si affida ancora a Patrick Cutrone al centro dell'attacco del Milan. Il tecnico rossonero conferma il 4-3-3 con Donnarumma in porta; Abate, Bonucci, Romagnoli e Ródriguez in difesa; Kessie, Biglia e Bonaventura a metà campo; Suso, Cutrone e Çalhanoglu in avanti. Nella Spal, Semplici si affida ad un modulo abbottonato con Viviani in regia e Kurtic alle spalle dell'unica punta Antenucci.
 

Inizio al fulmicotone per il Milan, che dopo due minuti passa in vantaggio: cross di Suso da destra per la testa di Romagnoli, Meret respinge centralmente e Cutrone da due passi non perdona. La squadra di Semplici prova a subito a reagire con un cross insidioso di Lazzari dalla destra sventato da Abate. Partita vivace, con i rossoneri ancora pericolosi con un colpo di testa di Bonaventura da buona posizione. La Spal prova a spingere con maggior determinazione, soprattutto sulla destra con uno scatenato Lazzari.

Padroni di casa anche sfortunati al 35' quando Viviani colpisce il palo esterno su velenosa punizione dal limite. In precedenza era stato ancora il Milan a rendersi pericoloso con una incursione di Bonaventura sventata da Meret. Prima dell'intervallo l'ultimo tentativo della Spal con Antenucci viene bloccato dalla difesa rossonera.

Come nel primo, anche nel secondo tempo è il Milan a partire meglio. La squadra di Gattuso prova a sfruttare la sua maggior fisicità sulle palle alte grazie alle incursioni di Kessie e Romagnoli, che impegnano più volte la retroguardia spallina. Semplici prova a correre ai ripari inserendo Paloschi in avanti al posto del deludente Everton Luiz, Schiattarella al posto di Grassi per un modulo decisamente più offensivo. Così però, la Spal finisce per concedere spazi al contropiede del Milan ed infatti al 65' puntuale arriva il raddoppio: ennesima fuga di Suso sulla destra, tiro cross respinto da Meret sui piedi del solito implacabile Cutrone che da due passi manda prima la palla sul palo e poi la deposita in fondo al sacco. Nel finale la squadra di Gattuso dilaga trovando anche il gol del 3-0 con un destro dalla distanza di Biglia e il 4-0 con una zampata vincente di Borini sui titoli di coda. 

RETI: 2' e 64' Cutrone (M), 72' Biglia (M), 90' Borini (M).

SPAL (3-5-1-1): Meret; Simic, Salamon, Felipe; Lazzari, Kurtic, Everton Luiz (55' Paloschi), Grassi (61' Schiattarella), Mattiello (84' Dramé); Viviani, Antenucci. A disp.: Gomis, Marchegiani, Väisänen, Costa, Konate, Vitale, Bonazzoli, Floccari. All. Semplici.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Ródriguez; Kessie (84' Borini), Biglia (75' Montolivo), Bonaventura; Suso, Cutrone (77' Andrè Silva), Çalhanoglu. A disp.: A. Donnarumma, Guarnone, Bellanova, Musacchio, Zapata, Antonelli, Gomez, Locatelli, Mauri. All. Gattuso. Arbitro: Mariani.

NOTE: ammoniti Kessie (M), Simic (S), Biglia (M), Mattiello (S), Schiattarella (S), Bonucci (M).

Scritto da 
  • Antonio Martelli
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Milan, Bakayoko pronto a prendersi Milanello

Tutto sul nuovo acquisto rossonero

A.C. Milan - Allenamento a Milanello

Milan, effetto Leonardo-Maldini anche a Milanello. Fiducia per Bakayoko

Emozione e soprattutto lavoro per il primo contatto fisico con la squadra su cui, da dirigenti, dovranno lavorare a fondo

AC Milan, conferenza stampa presentazione Paolo Maldini

Milan, con Leonardo mercato a due volti: Kalinic verso l'Atletico

Adesso si entra nella fase più calda. Il brasiliano e Maldini al lavoro per accontentare il più possibile Gattuso

A.C. Milan,  Conferenza stampa di presentazione di Leonardo

Milan, sospesi Montanari e Sorbone dopo l'allontanamento dell'ex ad Fassone

Erano Chief Financial Officer e Chief Operations Officer, rispettivamente dal luglio e dal giugno 2017 nel club