Domenica 26 Febbraio 2017 - 23:45

Pagelle di Inter-Roma 1-3: Nainggolan super, Fazio un pilastro

Tra i nerazzurri si salvano Handanovic, Perisic e Icardi

Un momento della sfida tra Inter e Roma

Le pagelle di Inter-Roma 1-3, posticipo della 26/a giornata di Serie A.

INTER

Handanovic 6.5: Nel primo tempo mura prima Salah, poi si supera su un sinistro velenoso di Dzeko che era passato sotto le gambe di Murillo. Sui due capolavori di Nainggolan può solo tuffarsi a vuoto. Incolpevole.

Murillo 6: Dei tre centrali è il più rapido e spesso deve fronteggiare Salah, questa sera per sua fortuna molto fumoso. Il colombiano non sempre è preciso ma grazie alla sua fisicità risolve casi non facili. Deve migliorare tatticamente.

Medel 5.5: Il cileno, ormai difensore quasi di ruolo, agisce praticamente da libero e gioca d'anticipo su Dzeko e sugli incursori giallorossi. In diversi situazioni sbroglia la matassa anche con decisione, nel secondo gol non riesce ad opporsi alla furia di Nainggolan e alla mezz'ora viene saltato da Perotti. Nel finale procura il rigore su Dzeko con un intervento scomposto.

D'Ambrosio 5.5: Mai sicuro negli interventi, meglio come terzino.

Candreva 5.5: Si danna molto sulla fascia, e trova anche due mezze occasioni con tiri decentrati. Non riesce però a incidere davvero sul match (75' Gabigol 6: Si muove bene e calcia un angolo velenoso: buon impatto per il baby brasiliano).

Kondogbia 5.5: Mira a giocare ordinato puntando sul fisico e non brilla. Nel secondo tempo prova ad alzare i ritmi, ma non sembra aver fatto il salto di qualità.

 

Gagliardini 5: Questa volta il talento cresciuto a Zingonia non trova la quadratura giusta a San Siro. Accanto a Kondogbia corre molto ma mostra limiti in impostazione e soffre terribilmente Nainggolan, che nei due gol lo supera con astuzia e tecnica. Il 'Pogba bianco' è rimandato.

Perisic 6.5: E' molto incostante, ma quando si accende fa male. Per due volte lancia Icardi, poi si fa murare da Bruno Peres l'1-1 a botta sicura. Nella ripresa però serve l'asssist a Icardi

Joao Mario 6: Il portoghese cerca di mettere ordine, sfortunato in una conclusione. Utile.(80' Banega sv)

Brozovic  5: Serata no per il croato, che pecca di indolenza e non trova mai le misure giuste per inserirsi in area o assistere Icardi. Non cerca mai il tiro da fuori pur avendone le qualità. (55' Eder: Attacca con voglia la porta e trova pure un rigore (non visto da Tagliavento)

Icardi 6.5 ; Si batte con ardore ma Fazio lo stoppa almeno in due grosse chance. Nella ripresa fredda l'estremo difensore polacco. Cecchino.

Pioli 5.5: La sua Inter non è ancora al livello della Roma, e si vede. I cambi non smuovono la squadra, ma lo spirito c'è. Work in progress.

ROMA

Szczesny 6.5: Il portiere infonde sicurezza al reparto e nella ripresa esce alla grande su Eder. Al momento è una dei migliori interpreti nel campionato.

Rudiger 6.5: Corre per tutto il campo, chiude in varie zone e si lancia anche in avanti. Duttile.

 

Fazio 7: Il pilastro della difesa anche a San Siro non sbaglia un colpo. Di testa è una sentenza, e Icardi lo soffre. I giallorossi lo hanno pagato meno di 5 milioni: che affare!

Manolas 5.5: In difesa non dà mai sicurezza e non trova mai i tempi giusti su Perisic e Icardi, che perde in più di un'occasione. Nel gol di Icardi lascia libero di crossare Perisic e si mangia anche un gol. Da ritrovare.

Bruno Peres 6.5 Corre sulla destra, ma non trova mai lo spazio per l'assist. In difesa rincula spesso e salva tutto su Perisic nella ripresa. Prezioso. (89' Vermaelen sv).

Strootman 6: Naviga nella tonnara di metacampo con fisicità, e nella ripresa azzecca anche delle belle geometrie. Mezzo voto in meno per l'intervento su Eder.

De Rossi 7: Dirige lo spartito Spalletti con maestria e personalità. Protegge la difesa e detta i tempi, ormai è un metronomo 3.0. Nel finale cala. (84' Paredes sv)

Juan Jesus 6: Copre la fascia di competenza davanti al suo ex pubblico senza grandi invenzioni.

Nainggolan 8.5: Il Ninja è senza dubbio il man of the match. Nel primo tempo chiude un triangolo lungo con Dzeko e fredda Handanovic con un gran destro a incrociare dal limite sinistro dell'area. Nella ripresa il bis ancora più spettacolare: coast to coast di 70 metri, poi un laser all'incrocio. In mezzo corsa, recuperi e senso tattico. I gol in campionato sono nove: al momento è tra i migliori 5 d'Europa nel suo ruolo, Pallotta deve tenerselo stretto.

Salah 5.5: Il Messi delle Piramidi nel primo tempo fallisce una buona chance e in generale non trova mai i modi per far male alpa retroguardia nerazzurra. (71' Perotti 6.5: Entra con voglia e subito innesca una grande ripartenza saltando di netto Medel. A cinque dal termine timbra come sempre dal dischetto.

Dzeko 6.5: Per l'ex centravanti del City partita di raccordo, spesso sbatte contro Medel e Murillo ma trova il tempo per un sinistro che Handanovic neutralizza con un guizzo. Ottimo il movimento e il tocco nel primo gol di Nainggolan. Non funziona l'asse con Salah, ma il bosniaco è promosso a San Siro, visto anche il rigore che si procura nel finale.

Spalletti 7: Guida la sua Roma con un canovaccio preciso, dove gli interpreti si muovono in sincronia e in profondità. Ha reso Nainggolan un vero tuttocampista e sogna di prendere la Juve. Stratega.

Arbitro: Tagliavento 5.5: Gara difficile, che il direttore di gara prova a non spezzettare. Ok il rigore su Dzeko, manca un penalty ai nerazzurri (Strootman su Eder).

Scritto da 
  • Alessandro Banfo
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Inter  - Fiorentina  - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2017-18

Inter surclassa Fiorentina. Tris del Milan, pari Bologna e Torino

Il centravanti argentino non è solo il capitano ma il leader incontrastato della partita, ma la Viola non è stata a guardare

Atalanta - Roma

Alla Roma basta una punizione di Kolarov: Atalanta ferma al palo

I ragazzi di Gasperini hanno messo in difficoltà sul ritmo i giallorossi per lunghi tratti ma di fatto non hanno quasi mai impegnato seriamente Alisson

Atalanta - Roma

Serie A, Roma passa a Bergamo. Decide Kolarov/ FINALE

Terza partita della prima giornata di campionato allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo

A rischio affare Gabigol-Sporting: ingaggio troppo alto

A rischio l'affare Gabigol-Sporting: ingaggio troppo alto

L'Inter non è intenzionata a pagare oltre la metà dell'ingaggio del brasiliano, vicino ai 3 milioni di euro