Venerdì 19 Gennaio 2018 - 15:15

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

"Sento dunque su di me l'enorme compito, la grave responsabilità di tentare almeno, pur con tutti i miei limiti, di portare nel Senato della Repubblica delle voci ormai lontane che rischiano di perdersi nell'oblio". A pochi giorni dalle celebrazioni del Giorno della memoria (che si terranno al Quirinale il 25 gennaio prossimo, ndr.), Sergio Mattarella nomina come sua prima senatrice a vita Liliana Segre "per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale".

SCHEDA: Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Segre, 88 anni, è infatti sfuggita all'Olocausto e porta con sé l'esperienza orribile del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, a cui è sopravvissuta. Un gesto che può solo confermare la sensibilità che il capo dello Stato ha sempre dimostrato nel difendere il 'ricordo' di quando accaduto durante la Shoah, quel "per non dimenticare" su cui ha messo il suo sigillo visitando le Fosse Ardeatine come primo atto da nuovo presidente della Repubblica. Ad annunciarle la nomina lo stesso inquilino del Colle che telefonicamente ha contattato Segre nella sua casa di Milano.

"Ringrazio il presidente della Repubblica per questo altissimo riconoscimento - spiega la professoressa milanese - La notizia mi ha colto completamente di sorpresa. Non ho mai fatto politica attiva e sono una persona comune, una nonna con una vita ancora piena di interessi e di impegni". Certamente, rileva Segre, "il Presidente ha voluto onorare, attraverso la mia persona, la memoria di tanti altri in questo anno 2018 in cui ricorre l'80° anniversario delle leggi razziali".

"Salvare dall'oblio quelle storie, coltivare la Memoria, è ancora oggi un vaccino prezioso contro l'indifferenza e ci aiuta - prosegue la neo senatrice a vita - in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza". L'impegno che si assume Segre è quindi quello di "tramandare la memoria, contrastare il razzismo, costruire un mondo di fratellanza, comprensione e rispetto, in linea con i valori della nostra Costituzione, continuerà ora anche in Parlamento, ma, lo dico sin d'ora, senza trascurare la mia attività con gli studenti".

Ad applaudire la scelta del Capo dello Stato il premier Paolo Gentiloni, che ha controfirmato il decreto di nomina: "La vita di Liliana Segre è testimonianza di libertà. Da senatrice ci indicherà il valore della memoria. Una decisione preziosa a 80 anni dalle leggi razziali". Matteo Renzi affida il suo commento su Twitter a poche parole: "Una bellissima notizia. Semplicemente bellissima". "Sono onorato di dare il benvenuto, ancora nella veste di Presidente del Senato, ad una donna che ha insegnato a tutti noi a non cedere all'indifferenza, trasmettendo a generazioni di italiani il ricordo vivo e terribile di una esperienza vissuta in prima persona come reduce della Shoah - sottolinea il presidente Pietro Grasso - Tra pochi giorni celebreremo il Giorno della Memoria. Dobbiamo essere grati al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per il magnifico regalo che ci ha fatto quest'anno".

Anche la terza carica dello Stato, Laura Boldrini, accoglie con gioia la nomina della professoressa milanese: "A lei vanno i miei più sinceri rallegramenti per questo importante riconoscimento". Soddisfazione e commozione è espressa dalla comunità ebraica con la presidente, Noemi Di Segni: "Questa nomina risponde esattamente alla profonda esigenza di assicurare che l'istituzione chiamata a legiferare abbia a Memoria quanto avvenuto nel passato e sappia in ogni atto associare al formalismo della legge anche l'intrinseca giustizia e rispondenza ai fondamentali principi etici, in un contesto sempre piu preoccupante nel quale l'oblio rischia di divenire legge oltre che fenomeno sociale".

Loading the player...
Scritto da 
  • Donatella Di Nitto
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Appalti rifiuti, Roberto De Luca si dimette da assessore: "Provocazione vergognosa"

Il figlio del governatore della Campania è indagato per corruzione su presunti casi di mazzette

M5S, Masciari: "Denunciare i boss non è bastato. Mia fedina pulita"

Intervista all'imprenditore calabrese e testimone di giustizia che ha denunciato il racket e ora candidato

Napoli, il leader del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio al Teatro Sannazzaro

Rimborsi M5S, Le Iene rivelano altri tre nomi. Della Valle: "Taroccavo i bonifici con Photoshop"

I pentastellati coinvolti sarebbero: Cariello, Scagliusi e Dieni. La Dieni: "Falso. Ho versato fino all'ultimo euro"

Rimborsi M5S, Sarti si autospende. Interrogato l'ex De Girolamo

La decisione della deputata pentastellata: "Tutto dovrà essere chiarito nelle sedi opportune"