Sabato 25 Febbraio 2017 - 23:00

Muro Empoli dura un tempo, Juve vince 2-0 e allunga ancora

I bianconeri si portano momentaneamente a più 10 sulla Roma

Muro Empoli dura un tempo, Juve vince 2-0 e allunga ancora

La Juve fa 30, e prova ad allungare ancora in classifica. I bianconeri superano in casa 2-0 l'Empoli centrando il trentesimo successo casalingo consecutivo in campionato e si portano momentaneamente a più 10 sulla Roma, attesa domani sera dall'ostico impegno di San Siro contro l'Inter, e a più 12 sul Napoli, caduto nell'altro anticipo in casa con l'Atalanta. Troppo evidente la disparità in campo tra due squadre con obiettivi opposti. La resistenza dell'Empoli - complice qualche errore di troppo sotto porta dei bianconeri - dura poco più di un tempo. Nella ripresa l'autorete di Skorupski (su un colpo di testa di Mandzukic) e il diagonale di Alex Sandro spianano la strada ai campioni d'Italia, che raccolgono i tre punti senza troppi problemi e si presentano così nel migliore dei modi all'appuntamento in Coppa Italia contro il Napoli.

Come prennunciato in vista dei prossimi impegni - a cominciare dalla semifinale d'andata di Coppa Italia con il Napoli - Allegri ricorre a un moderato turnover risparmiando Dybala e Khedira (neanche convocato) con l'inserimento di Sturaro e Marchisio. In difesa dopo l'esclusione di Oporto che ha fatto tanto discutere riprende il suo posto Leonardo Bonucci, affiancato al centro della difesa da Rugani. Riposo per Chiellini e Barzagli, così per Buffon, sostituito da Neto. Dalla parte opposta Martusciello schiera i suoi con un 4-3-1-2 in cui El Kaddouri agisce nelle vesti di rifinitore per Pucciarelli e Marilungo.

Fin dai primi minuti di gioco la Juventus mette all'angolo l'Empoli. Al 5' sponda aerea di Mandzukic per Higuain, che da distanza ravvicinata non trova il guizzo giusto calciando debolmente. Un minuto dopo cross teso di Dani Alves dalla destra e colpo di testa a lato di Mandzukic. Il croato ha sui piedi la palla dell'1-0 qualche minuto dopo ma l'ex Bayern Monaco in spaccata mette a lato di un soffio sul tentativo dello scatenato Cuadrado. Al 23' break dell'Empoli. Sugli sviluppi di una ripartenza El Kaddouri approfitta di un'indecisione di Rugani per involarsi verso la porta. Il marocchino calcia però a lato dal limite dell'area. Quella degli ospiti però è un'occasione estemporanea in un monologo bianconero. Al 27' Dani Alves crossa sul secondo palo per Mandzukic, la cui schiacciata di testa non inquadra lo specchio della porta. Con il passare dei minuti la Juve aumenta i giri del proprio motore ma pecca di lucidità sotto porta. Alla mezz'ora infatti ancora Mandzukic si divora un gol fatto facendosi ipnotizzare in uscita da Skorupski (con il decisivo rientro di Dioussè) dopo una palla con il contagiri messa da Higuain. Al 35' la Juve spreca un'altra ghiotta occasione sull'asse Higuain-Mandzukic, tre minuti dopo cerca gloria anche Pjanic, la cui conclusione a giro dal limite dell'area termina  a lato di un niente.

Nella ripresa i padroni di casa trovano quello che era mancato nel primo tempo: i gol. Al 3' Mandzukic di testa serve in area Higuain, che strozza la conclusione calciando debolmente. Due minuti dopo Neto compie la sua prima vera parata della partita bloccando la conclusione insidiosa di Mauri. I campioni d'Italia insistono e al 7' passano. Cross di Cuadrado dalla destra, Manduzkic prende l'ascensore e dopo tanti errori questa volta va a segno, con la palla che colpisce la parte inferiore della traversa e carambola su Skorupski prima di finire in rete. L'Empoli tenta una timida reazione con una conclusione di El Kaddouri, ma la Juve cinica della ripresa ha preso il posto di quella sprecona del primo tempo. Al 20' Dani Alves crossa per Higuain, la palla finisce dal lato opposto per Alex Sandro che si gira e batte il portiere con un diagonale rasoterra. La partita di fatto finisce qui, con la squadra di casa che gestisce il vantaggio e dosa le forze in vista dei prossimi impegni. Allegri concede anche uno scampoli di partita a Dybala che regala l'ultimo sussulto allo Stadium sfiorando l'eurogol con un sinistro a giro da fuori area di poco fuori bersaglio.

Scritto da 
  • Alberto Zanello
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Cristiano Ronaldo esce per salutare

Juve, il giro del mondo di Ronaldo non passerà dagli Stati Uniti

Non andrà in America con la squadra ma dal 30 luglio sarà a disposizione. Ora è già partito per un tour promozionale della Nike in Cina

Ronaldo con la famiglia allo stadio: subito maglia della Juve per Cristiano Jr.

I primi scatti della nuova vita bianconera postati su Twitter

Juventus - Crotone

Fabio Paratici, l'uomo che ha portato CR7 alla Juventus: "Idea folle nata dopo rovesciata allo Stadium"

Un colpo straordinario quello del dirigente, che la Juve ha 'blindato' con un rinnovo triennale per 'sottrarlo' alla tentazione delle tante offerte ricevute da mezza Serie A

Juventus, Cristiano Ronaldo alla Continassa

Ronaldo, primo giorno alla Juventus: "Voglio fare la storia"

E ringrazia la squadra per la possibilità di mettersi di nuovo in gioco