Giovedì 27 Ottobre 2016 - 22:00

Michelle Obama per la prima volta con Hillary: In gioco dignità donne

"Mai un candidato più qualificato di lei"

Michelle Obama per la prima volta con Hillary: In gioco dignità donne

"Dignità e rispetto per le donne e le ragazze, anche per questo si vota in queste elezioni". La candidata democratica alle presidenziali americane, Hillary Clinton, per la prima volta partecipa a un comizio, in North Carolina, con al suo fianco la first lady, Michelle Obama. "Hillary Clinton ha fatto il suo lavoro, ora noi dobbiamo fare il nostro: eleggerla presidente. Se non vincerà, sarà colpa nostra perché non l'abbiamo votata", le parole di Michell, "non abbiamo mai avuto un candidato più qualificato e preparato alla presidenza di Hillary Clinton, mai prima nella nostra vita", "è assolutamente pronta a essere Commander in Chief dal primo giorno, e sì: succede che sia una donna". "Lo dico dovunque vado, e lo ripeto: ammiro e rispetto Hillary. È stata avvocatessa, docente di legge, first lady, senatrice, segretaria di Stato. Ha più esperienza e conoscenza della presidenza di qualsiasi altro candidato che abbiamo incontrato, più di Barack, più di Bill", ha aggiunto Michelle Obama, facendo riferimento a suo marito, il presidente Barack Obama, e al marito di Clinton, l'ex presidente Bill Clinton.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

EGYPT-UNREST-CHURCH-ATTACK

Sudan, naufragio sul Nilo: muoiono 22 bambini e una donna

La barca è affondata a causa di un guasto al motore

La nave Aquarius torna in mare a Marsiglia

Aquarius attracca a Malta: migranti accolti anche dall'Italia

Dopo tre giorni di attesa in mare, la nave dell'Ong arriva al porto di La Valletta: dei 141 a bordo 67 sono minori non accompagnati

Israele, Benjamin Netanyahu in conferenza stampa

Distensione in Medioriente: Israele riapre passaggio merci verso Gaza

Segnale di temporaneo disgelo tra le parti in conflitto. Ma la tregua vera è ancora lontana

Survivor voice Europa - Incontro internazionale delle vittime dei preti pedofili

Preti pedofili, 70 anni di abusi in Pennsylvania coperti dalla Chiesa

Un Grand giurì ha riconosciuto la colpa di 300 sacerdoti su oltre mille bambini