Giovedì 14 Dicembre 2017 - 15:45

Mafia, spallata a fiancheggiatori Matteo Messina Denaro: 30 indagati

Blitz a Castelvetrano (Trapani). Coinvolte persone arrestate negli anni o che hanno avuto legami con il latitante

San Raffaele, si è suicidato Mario Cal

Blitz e perquisizioni. Centotrenta poliziotti a Castelvetrano (Trapani) hanno dato una spallata ai fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro, il superlatitante della mafia ricercato dal 1993 dopo gli attentati di Roma, Firenze e Milano e condannato a vari ergastoli per stragi e omicidi.

Sono in tutto 30 gli indagati nell'operazione coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo. Si tratta di persone che, nel corso degli anni, sono stati arrestati per mafia, o che hanno avuto collegamenti e frequentazioni con appartenenti a 'Cosa nostra' e di persone che, storicamente, sono state in stretti rapporti con il latitante.

Ora la Dda di Palermo li ha sottoposti a una nuova indagine perché sospettati di agevolare la latitanza del capomafia della provincia di Trapani. Uomini del servizio centrale operativo, delle squadre mobili di Palermo e di Trapani e del reparto prevenzione crimine hanno perquisito edifici, masserie, abitazioni, attività commerciali e masserie nella disponibilità degli indagati.

Negli ultimi anni gli investigatori stanno facendo terra bruciata intorno a quello che è considerato il mandante della strage di via D'Amelio. Capo e rappresentante indiscusso della mafia trapanese, Matteo Messina Denaro risulta essere attualmente il boss più ricco e potente di tutta Cosa Nostra, arrivando ad esercitare il proprio potere ben oltre i confini della propria provincia, come Agrigento e addirittura Palermo.

Scritto da 
  • Denise Faticante
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Quattro letti e gamberetti a pranzo: il gatto Gerry eredita 30mila euro

Il felino è stato citato nel testamento della sua anziana padrona. Ora i familiari della donna dovranno provvedere al "mantenimentodel suo benessere"

Vento fino a 200 km/h: due morti e due feriti, disagi in tutta Italia

Sono stati 1226 gli interventi dei vigili del fuoco per alberi sradicati. Difficili i collegamenti con le isole minori della Toscana

Napoli, processo Silvio Berlusconi  per corruzione

Caso Consip, archiviate indagini su Woodcock e Sciarelli

Il pm era indagato per falso e, insieme alla giornalista, per rivelazione del segreto d'ufficio. Continuano le indagini su altre 12 persone

Sentenza processo Emilio Fede

Avvocatessa col velo cacciata dall'aula del Tar di Bologna

Aveva il volto scoperto. Le è stato impedito di seguire il processo. Origini marocchine, da 25 anni in Italia dove si è laureata: "Non mi era mai successo"