Mercoledì 04 Gennaio 2017 - 09:30

Pizzarotti: Una giuria popolare? Assurda e preoccupante

"Non so dove si vuole andare, se si vuole andare a governare o tenere alto il consenso"

M5s, Pizzarotti: Una giuria popolare? Assurda e preoccupante

"E' una distrazione di massa, ci sarebbero altri problemi molto più impellenti. Se  noi guardiamo il contesto il blog di Grillo è il primo che distorce le notizie. Spesso le notizie in generale sono distorte in Italia magari per coprire il potente di turno. La frase di Grillo di ieri è grave, il pensiero di avere una giuria popolare è assurda e forse preoccupante". Lo ha detto Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, commentando la proposta di Beppe Grillo di una giuria popolare per giudicare la veridicità delle notizie. "Non so dove si vuole andare, se si vuole andare a governare o tenere alto il consenso", ha aggiunto parlando a 'Omnibus' su La7.
 

SPERSONALIZZAZIONE DEI RAPPORTI UMANI. "Se uno riceve un avviso di garanzia non è una cosa bella, vive anche un momento difficile. Il codice però stabilisce che deve informare il gestore del sito cioè la Casaleggio associati e per farlo deve completare un form: aprire una tendina e scegliere l'opzione 'contattatemi per favore'. E' diventato questo il Movimento? La spersonalizzazione di ogni rapporto umano?" ha aggiunto il primo cittadino in merito al Codice etico introdotto da Beppe Grillo.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Montecitorio, fiaccolata in memoria di Giulio Regeni a due anni dalla sua morte

Regeni, Salvini vola da Al-Sisi: "Giustizia rapida per Giulio"

Il ministro dell'Interno in Egitto: "Il presidente ha assicurato che sarà fatta chiarezza"

Migranti, altri morti e scontro Open Arms-Salvini. Mattarella invoca 'accoglienza'

Una imbarcazione è affondata al largo del nord di Cipro e il bilancio è di almeno 19 morti. Un'altra nave con migranti a bordo bloccata di fronte alla Tunisia

Commissione Vigilanza Rai. Eletto il Presidente Alberto Barachini

Rai, Alberto Barachini: chi è il nuovo presidente della vigilanza

Giornalista, dal 1999 è cresciuto nella squadra Mediaset. Alle ultime elezioni politiche, Silvio Berlusconi lo ha voluto nella squadra dei candidati azzurri

Giustizia, il ministro Bonafede al Csm

Legittima difesa, Bonafede: "No alla liberalizzazione delle armi". M5S frena

Salvini precisa: "No pistole vendute in tabaccheria. Niente modello americano". Il premier Conte: "No alla giustizia privata"