Mercoledì 03 Gennaio 2018 - 11:30

Inchiesta nomine, Raggi chiede il giudizio immediato: "Sono certa della mia innocenza"

La sindaca, accusata di falso, su Facebook: "Desidero che sia accertata quanto prima la verità giuridica dei fatti"

Certa della sua innocenza, Virginia Raggi chiede il giudizio immediato nell'ambito dell'inchiesta sulle nomine, che la vede indagata per falso. "Ho chiesto al Tribunale di Roma il giudizio immediato nel procedimento aperto nei miei confronti dalla procura capitolina. Desidero che sia accertata quanto prima la verità giuridica dei fatti", scrive la sindaca di Roma su Facebook.

"Sono certa della mia innocenza e non voglio sottrarmi ad alcun giudizio. Ho piena fiducia nella giustizia e credo fermamente che la trasparenza sia uno dei valori più importanti della nostra amministrazione", prosegue Raggi.

 

 

Loading the player...

La sindaca, per cui la procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio, era finita sotto indagine per aver dichiarato alla responsabile anticorruzione del Campidoglio, che aveva deciso, lei da sola, ogni dettaglio di tale scelta, senza consultare l'allora capo del personale del Comune Raffaele Marra, fratello di Renato. Questa circostanza è palesemente smentita dalle chat, tra la sindaca e l'ex capo del personale, nelle quali Raggi rimprovera a Marra di averla 'messa in imbarazzo' per aver scelto il fratello Renato senza consultarla. Nella stessa indagine è indagato per abuso di ufficio Renato Marra, già sotto processo per corruzione insieme all'imprenditore Sergio Scarpellini, per il quale la procura chiede un nuovo rinvio a giudizio.

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio a Torino per la restituzione stipendi consiglieri

M5S, proteste sul web per parlamentarie. Si va verso proroga

Molti non sono riusciti a esprimere la loro preferenza, altri non hanno trovato il proprio nome nella lista dei papabili che correranno al proporzionale nelle elezioni del 4 marzo

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Pd, squadra governo in campo. Renzi: "No polemiche, minoranze garantite"

Il segretario dem: "La convinzione che ci siano posti sicuri è superata. Tutto è molto contendibile. Il posto sicuro in questo caso ce l'ha chi sul collegio i voti li trova"

Carlo De Benedetti ospite a "Otto e Mezzo"

De Benedetti contro tutti: "Riforma popolari segreto Pulcinella, Scalfari ingrato"

L'ingegnere parla del suo rapporto con il potere e non lesina giudizi in vista della prossime elezioni politiche

Giugliano in Campania, militari dell'esercito italiano presidiano la 'Terra Dei Fuochi'

Ok Camera a missioni internazionali: 870 militari in partenza

Quattrocento verranno mandati in Libia, 470 in Niger. Forza Italia e Fratelli d'Italia votano a favore