Giovedì 19 Ottobre 2017 - 16:15

Firenze, cade pietra basilica Santa Croce: muore turista spagnolo

La vittima, un uomo di 52 anni, era in vacanza con la moglie che ha assistito all'incidente

Salvini in piazza a Firenze

Si chiamava Daniel Testor Schnell, era di Barcellona ed era un manager di una multinazionale che si occupa di business e finanza. Era in vacanza a Firenze con la moglie. Giovedì pomeriggio, intorno alle 14.30, è stato colpito alla testa da un frammento lapideo staccatosi dal transetto della navata di destra della basilica di Santa Croce ed è morto per le ferite riportate. La moglie ha assistito impotente a quanto è accaduto.

Loading the player...

L'allarme, a Firenze, è scattato alle 14.52, quando ai vigili del fuoco è arrivata la chiamata per un intervento urgente nella basilica di Santa Croce. Quello che è caduto, da un'altezza di quasi trenta metri, tecnicamente si chiama "peduccio", una struttura in pietra che serve ad aumentare la base di appoggio delle strutture lignee. In pochi minuti la macchina dei soccorsi si è messa in moto e a Santa Croce sono arrivati, insieme ai vigili del fuoco, i sanitari del 118, polizia, carabinieri, vigili urbani e tecnici dell'Opera di Santa Croce.

Daniel Testor Schnell giaceva a terra. accanto a lui la moglie, in stato di choc. Le manovre per tentare di rianimarlo sono state inutili, e il cinquantaduenne è morto. La notizia rimbalza sui media e i social network e fa il giro del mondo in pochi minuti. Del resto Firenze è una delle mete turistiche più note del globo. E la basilica di Santa Croce, una delle più grandi chiese francescane e una delle massime realizzazioni del gotico in Italia, è un'attrazione che richiama centinaia di migliaia di visitatori ogni anno, anche perché al suo interno sono sepolti alcuni dei più illustri personaggi italiani, come Michelangelo Buonarroti, Galileo Galilei, Niccolò Machiavelli, Vittorio Alfieri, Ugo Foscolo, Gioacchino Rossini. Ma oggi è stata teatro di un dramma.

"Ero lì 10 minuti prima, perché è successo proprio nel punto dove ci fermiamo sempre a spiegare. Tutto è successo all'altezza della terza cappella gentilizia nel transetto di destra. Io in quel momento mi trovavo ad una quindicina di metri di distanza con i turisti che stavo accompagnando, quando ho visto un pezzo di pietra cadere. Non ho visto l'impatto con la persona ma ho sentito una donna, credo la moglie, iniziare a gridare". Così la guida turistica Bernardo Randelli ha raccontato ai giornalisti il momento in cui è accaduto l'incidente, all'interno della basilica.

"Non ho visto la persona riversa a terra perché c'era molta gente davanti - ha continuato la guida turistica - ma ho visto dei frammenti di pietra e del sangue, così ho portato via i miei turisti perché non assistessero alla scena. Quando poi sono tornato, i custodi erano tutti intorno alla persona colpita e mi hanno detto che avevano già avvisato vigili e 118". Sono momenti frenetici. I visitatori vengono fatti uscire. Fuori, nella piazza, altri turisti restano in fila, nella speranza di entrare. Ma la basilica resterà chiusa. E lo sarà anche domani, in segno di lutto. Ma non si sa quando potrà riaprire.

"Siamo distrutti ed esprimiamo il nostro cordoglio alla famiglia della vittima, e siamo a completa disposizione delle autorità per capire cosa è successo", ha detto la presidente dell'Opera di Santa Croce, Irene Sanesi, subito dopo l'incidente. "Non si sa - ha aggiunto - quando la basilica potrà essere riaperta al pubblico. C'è un piano pluriennale di manutenzione, restauro e prevenzione, fatto anche in collaborazione con la protezione civile. Proprio per tutto il lavoro costante fatto negli anni siamo attoniti e sbalorditi per quello che è accaduto". All'interno della chiesa, intanto, i vigili del fuoco hanno svolto le prime verifiche per valutare la stabilità della struttura. E i poliziotti della scientifica hanno effettuato i rilievi nella zona dell'incidente e sul corpo del turista spagnolo.

Sul posto è arrivata anche Benedetta Foti, il magistrato di turno della procura di Firenze. E' stato aperto un fascicolo per l'ipotesi di reato di omicidio colposo, per adesso a carico di ignoti. L'area dell'incidente è stata posta sotto sequestro. La moglie del manager di Barcellona è rimasta accanto al marito e ha cercato di riferire agli investigatori quanto era accaduto. Ma la donna non è stata lasciata sola in questo momento di dolore e choc: il Comune di Firenze l'ha assistita mettendole a disposizione un agente della polizia municipale che parla spagnolo e i servizi sociali per l'assistenza psicologica. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, è stato tra i primi a esprimere il cordoglio alla famiglia della vittima.

"Profondo dispiacere per l'incidente nella Basilica di Santa Croce dove ha perso la vita il turista spagnolo", ha scritto in un tweet, aggiungendo che "tecnici del ministero già sul posto". A nome di tutta la comunità dei fedeli fiorentini poi, l'arcivescovo del capoluogo toscano, il cardinale Giuseppe Betori, ha espresso "cordoglio e vicinanza alla moglie e alla famiglia della vittima" e ha assicurato "la preghiera di tutta la comunità diocesana", dicendosi inoltre "vicino anche all'Opera di Santa Croce e alla comunità dei Francescani Conventuali".

 

Scritto da 
  • Francesco Bongiovanni
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Pioggia a Milano

Pioggia da nord a sud: il meteo 22 e 23 febbraio

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare

Palermo, aggressione al dirigente di Forza Nuova: due fermi, quattro denunciati

Blitz dei militanti negli studi di La7: "Dietro ai balordi che hanno pestato Massimo c'è la banda Floris-Gnocchi"

Porta a Porta. Ospiti i genitori di Pamela Mastropietro

Omicidio Pamela, c'è un quarto uomo. Clamorosa scoperta di 'Giallo'

Il settimanale di Cairo Editore documenta l'esistenza di un ghanese di nome Hassan che avrebbe avuto parte nell'omicidio e che sarebbe fuggito