Giovedì 25 Febbraio 2016 - 13:30

Fifa, lo sceicco Salman Al Khalifa è il grande favorito

Lo sceicco è a favore della suddivisione in due livelli della Fifa, con un reparto finanziario per gestire il lato commerciale e un reparto volto a sovraintendere allo sviluppo del calcio

 Salman Al Khalifa

Lo sceicco Salman bin Ebrahim Al Khalifa è nato in Bahrain il 2 novembre 1965, è membro della famiglia reale. Secondo i bookmaker è il grande favorito per diventare il nuovo presidente della Fifa.

Si è laureato all' Università del Bahrain nel 1992 con una laurea in letteratura inglese e storia. Anche se non ha mai giocato a calcio, è salito alla ribalta come dirigente calcistico in Bahrain per poi diventare vice presidente della Federazione del Bahrain nel 1998 e presidente nel 2002. E' stato eletto presidente della Confederazione asiatica nel 2013 ed è diventato membro del Comitato esecutivo della Fifa. Ha subito apportato una modifica allo statuto della Afc togliendo il posto nel Comitato Esecutivo Fifa come rappresentante dell'Asia al principe Ali Bin Al Hussein di Giordania. Proprio queste manovre politiche hanno aperto una spaccatura con il principe Ali, a sua volta candidato alla presidenza della Fifa.

Lo sceicco ha avuto problemi con diverse associazioni umanitarie, a partire da Human Rights Watch, che lo hanno accusato di dirigere un comitato per identificare gli atleti, tra cui i calciatori, coinvolti in manifestazioni a favore della democrazia durante la "primavera araba" nel 2011, molti dei quali furono successivamente imprigionati. Ha sempre negato qualsiasi irregolarità, respingendo le accuse nel corso della sua campagna, sostenendo che "queste sono solo bugie e falsità". Nel mese di gennaio ha firmato un Memorandum of Understanding (MoU) con la Confederazione Africana in cui questa si impegna a sostenere la sua candidatura, anche se c'è un candidato africano nella figura del sudafricano Tokyo Sexwale.

I punti chiave del manifesto elettorale dello sceicco Salman bin Ebrahim Al Khalifa sono in linea con alcune proposte di riforma che saranno discusse nel congresso. Lo sceicco del Bahrain è a favore della suddivisione in due livelli del governo della Fifa, con un reparto finanziario/commerciale per gestire il lato commerciale dell'organizzazione e un reparto volto a sovraintendere allo sviluppo del calcio e all'organizzazione della Coppa del Mondo e tutte le altre competizioni Fifa. Se eletto presidente ha dichiarato che non avrà una funzione esecutiva ma solo un ruolo di ambasciatore del calcio in linea con le riforme proposte. Nonostante l' immagine venuta meno dopo i vari scandali corruzione è contrario a cambiare il nome della Fifa e la sede di Zurigo.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Neymar in Sporting Gijon vs Barcellona - Liga

Liga, Barça vince senza Messi. Real fermato dal Las Palmas

Doppietta di Neymar nel 5-0 al Gijon. I Blancos di Zidane restano primi in classifica

Conte in Arsenal vs Chelsea - Premier League

Premier League, Conte, Ranieri e Guidolin ko, City inarrestabile

Chelsea sconfitto per 3-0 dall'Arsenal, Swansea battuto dalla squadra di Guardiola. Primo gol per Pogba con lo United, Leicester travolto

Premier, il Manchester di Mourinho spazza via Ranieri

Premier, il Manchester di Mourinho spazza via Ranieri

La formazione di Paul Pogba travolge il Leicester 4-1

 Mourinho scherza: Sono il peggior allenatore della storia

Mourinho scherza: Sono il peggior allenatore della storia

Da 'Special One' a 'Worst One' per il tecnico portoghese