Mercoledì 23 Novembre 2016 - 11:00

Fbi chiude indagine su Brad Pitt: nessuna accusa per abusi

Le autorità hanno investigato su una presunta aggressione nei confronti del figlio Maddox

Fbi chiude indagine su Brad Pitt: nessuna accusa per abusi

L'Fbi ha chiuso senza alcuna accusa nei confronti di Brad Pitt le indagini per presunti abusi su uno dei figli. "Il Bureau ha verificato le circostanze e non continuerà le indagini. Non sono state presentate accuse", ha dichiarato la portavoce Laura Eimiller, in una nota. La notizia arriva due settimane dopo che il dipartimento per l'Infanzia e i servizi familiari della contea di Los Angeles, che indagava sugli stessi fatti, era giunto alla medesima conclusione. Le autorità hanno investigato su una presunta aggressione verbale e fisica nei confronti del 15enne figlio Maddox, durante un volo a settembre, ma le accuse non hanno trovato fondamento dopo le testimonianze di altri membri della famiglia.

Il modo in cui Pitt tratta i figli potrebbero essere tra le motivazioni che hanno portato Angelina Jolie a chiedere il divorzio a settembre, dopo oltre un decennio di relazione con l'attore e appena due anni dopo le nozze. L'attrice chiede l'affidamento esclusivo dei sei figli: tre adottati (il cambogiano Maddox, il vietnamita Pax e l'etiope Zahara) e tre biologici (Shiloh e i gemelli Knox e Vivienne). Lui chiede l'affidamento congiunto. Pitt è venuto a conoscenza della decisione dell'Fbi mentre si trova a Madrid, dove ha presentato assieme a Marion Cotillard il filme 'Allied' di Robert Zemeckis.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Isis, Pentagono smentisce: Nessun raid congiunto Usa-Russia in Siria

Isis, Pentagono smentisce: Nessun raid congiunto Usa-Russia in Siria

Ieri la notizia di alcuni bombardamenti effettuati insieme

Caso Regeni, il sindacalista conferma: Registrai video col telefono il 6 o 7 gennaio

Caso Regeni, il sindacalista: Registrai il video il 6 o 7 gennaio

Nel filmato si vede la conversazione tra il giovane ricercatore italiano e l'uomo che lo denunciò alla polizia egiziana