Mercoledì 09 Marzo 2016 - 19:15

Brasile, assassinato frate francescano a capo casa editrice Vozes

A sparare contro Antonio Moser, 75 anni, sono stati due uomini a bordo di una motocicletta

Brasile, assassinato frate francescano a capo casa editrice Vozes

È stato assassinato a colpi d'arma da fuoco alle porte di Rio de Janeiro il frate francescano Antonio Moser, presidente della casa editrice brasiliana cattolica Vozes. Lo riferiscono i suoi collaboratori spiegando che il religioso è stato ucciso mentre guidava la sua auto. A sparare contro Moser, 75 anni, sono stati due uomini a bordo di una motocicletta, che sembra volessero rubare l'auto e sono fuggiti senza essere identificati. 

Moser è stato intercettato a Duque de Caxias, Comune dell'area metropolitana di Rio de Janeiro, poco tempo dopo essere uscito da Petropolis, città vicina in cui abitava e in cui ha la sede la casa editrice Vozes. Il sindaco di Petropolis, Ruban Bomtempo, ha dichiarato tre giorni di lutto cittadino in suo onore.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Puigdemont sospende l'indipendenza e apre ai negoziati Madrid

Catalogna, carcere ai leader indipendentisti Sanchez e Cuixart

Puigdemont: Sono detenuti politici. Il governatore glissa su indipendenza, ma Rajoy non ci sta

Malta, giornalista uccisa in esplosione auto. Premier: Voglio giustizia

Stava guidando verso Mosta quando l'auto è esplosa, la donna è morta sul colpo

Iraq, le forze di Baghdad prendono il controllo di Kirkuk: via bandiera curda

Iraq, le forze di Baghdad prendono il controllo di Kirkuk: via bandiera curda

I peshmerga: "Il governo pagherà un prezzo alto per aver fatto la guerra al nostro popolo"

Madrid, udienza per il comandante dei Mossos d'Esquadra catalani

Catalogna, procura chiede il carcere per il capo dei Mossos d'Esquadra

Josep Lluis Trapero è indagato per sedizione assieme all'intendente Teresa Laplana