Venerdì 09 Settembre 2016 - 18:00

Berlusconi: Al referendum votate 'no', Renzi vuole essere padrone

"Il Movimento Cinque Stelle non è un'alternativa in grado di governare"

Berlusconi: Al referendum votate 'no', Renzi vuole essere padrone

"Renzi e il Pd hanno invece dimostrato di avere a cuore solo il loro potere, fino a tentare di costruirsi un abito su misura: una riforma costituzionale con una nuova legge elettorale che avrebbe consentito di conquistare la maggioranza del 55% in Parlamento, con una quota assai minore del voto popolare". Questo il messaggio che Silvio Berlusconi ha inviato alla convention di Forza Italia a Fiuggi. L'ex cavaliere teme che la riforma costituzionale, che sarà sottoposta a referendum tra qualche settimana per il quale Berlusconi si batte per il No, porterà ad "un unico partito al potere, un unico leader di questo partito, un 'padrone' dell'Italia. Questo è assolutamente grave e dovremo fare di tutto per scongiurarlo".

"Emerge visibilmente che il Movimento Cinque Stelle non è un'alternativa in grado di governare una realtà complessa come una grande città o addirittura l'intera nazione", aggiunge Berlusconi.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa di Fratelli d'Italia sui risultati delle elezioni amministrative.

Centrodestra, Meloni apre danze in Sicilia: Noi con Musumeci

La leader di Fratelli D'Italia ha formalizzato il suo appoggio al candidato alla guida del dopo Crocetta

Convenzione Nazionale del Partito Democratico a Roma

Centrosinistra, Renzi ricuce con minoranza. Fratoianni spinge su Mdp

Orlando come Dario Franceschini spinge per introdurre il premio alla coalizione nella legge elettorale

Camera dei Deputati - pdl su abolizione vitalizi

Vitalizi, legge spacca i partiti. Orlando: Precedente pericoloso

La scia di polemiche si ingrossa l'indomani del via libera della Camera

Il "cavallo morente" simbolo della Rai in Viale Mazzini

Rai: Coletta nominato direttore di Rai3 dopo addio di Bignardi

Coletta ha iniziato la sua carriera in Rai nel 1991 come redattore e conduttore di programmi radiofonici