Mercoledì 29 Giugno 2016 - 12:30

Addio a Bud Spencer: lunga fila alla camera ardente

I figli: "Lo ricorderemo sempre per il suo sorriso"

Roma, la camera ardente per Bud Spencer

"Era un grande, siamo qui per lui". I fan di Bud Spencer ricordano così il loro beniamino, scomparso il 27 giugno a Roma a 86 anni, mentre aspettano in fila sotto il sole, per entrare nella camera ardente dell'attore allestita in Campidoglio. Qualcuno depone mazzi di fiori chiedendo il permesso ai tre figli Giuseppe, Christiana e Diamante e ai nipoti, che scambiano con loro strette di mano, parole e sorrisi con grande semplicità. Molta gente scrive frasi sui registri delle presenze posti all'ingresso e all'uscita della sala della Protomoteca. Ci sono anche numerose persone che scattano foto al feretro con gli smartphone.

IL RICORDO DEI FIGLI. "Stiamo ricevendo messaggi di cordoglio da tutto il mondo. Mio padre è stato un personaggio che ha preferito la dimensione privata ma che ha meritato, non so perché, tanto affetto", ha detto ai giornalisti il figlio Giuseppe Pedersoli. "Non me lo ricordo mai triste - ha aggiunto rispondendo davanti alle telecamere - ma sempre con un sorriso". Giuseppe ha poi voluto sottolineare che il padre "è andato via serenamente" e "non per una malattia, come hanno scritto alcuni giornali". La sua è stata una morte improvvisa, "non ce l'aspettavamo - ha spiegato - perché era tornato a casa" dopo essere stato in ospedale a causa di una caduta, da cui non si era mai ripreso e che lo aveva costretto all'immobilità.

"Lo ricorderò sempre per il suo sorriso, questo è il messaggio più grande di mio padre: prendere la vita così come viene nel bene e nel male e andare avanti. E le persone l'hanno capito: l'abbiamo visto anche oggi con l'abbraccio di tutta questa gente che è venuta ad omaggiarlo". Queste le parole della figlia Christiana durante la camera ardente. "Il ricordo più bello di mio padre? La sua libertà prima di tutto - ha aggiunto commossa Christiana - ma anche la sua curiosità". "Era curioso di vedere - spiega la figlia - cosa c'era nell'aldilà e ora lo so che sta già danzando tra le stelle".

Loading the player...

Tante le manifestazioni d'affetto da parte del pubblico del 'gigante buono'. Tra foto, messaggi social e ricordi, l'onda della commozione ha invaso anche il web, su cui sono state postate soprattutto citazioni dei numerosi appassionati dei suoi film. Da quelli in coppia con Terence Hill fino alla serie 'Piedone'. "Non c'è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo!" è la frase più gettonata, mentre molti estimatori dell'attore, parafrasando il titolo di un altro film di successo lo celebrano postando saluti e omaggi, uno su tutti: "Ciao Bud, ora anche gli angeli mangiano fagioli".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bari, turista americana trovata morta in un b&b con lividi sul collo

Fermo, lite culmina in tragedia: pensionato uccide la moglie con un fucile

Le ha sparato tre colpi al petto, durante un litigio in camera da letto

Presentazione del progetto " Stradeinfesta "

Roma si mobilita per la Casa delle donne: "Non deve chiudere"

A rischio la storica sede di associazioni dei movimenti femministi in via della Lungara. La consigliera M5S Guerini intenderebbe trasformarla in un centro di coordinamento gestito da Roma Capitale

Nella Giornata del Merito raccontiamo l'Italia dei talenti

A Milano il 22 maggio 2018 alle 17, Confcommercio

Prima udienza del processo Mafia Capitale.

Mafia Capitale, 20 nuovi rinvii a giudizio: Buzzi ancora a processo

Alla sbarra anche D'Ausilio, ex capogruppo Pd in Campidoglio all'epoca di Marino