Mercoledì 29 Giugno 2016 - 07:00

Addio a Bud Spencer. Oggi la camera ardente in Campidoglio

L'attore era nato a Napoli il 31 ottobre del 1929, è morto a Roma all'ospedale Gemelli

Bud Spencer

Viene allestita oggi in Campidoglio la camera ardente di Bud Spencer. Il mondo del cinema è in lutto dopo la morte dell'attore, all'età di 86 anni. L'amatissimo protagonista, in coppia con Terence Hill, di tantissimi film spaghetti western, era ricoverato al policlinico Gemelli di Roma. A dare l'annuncio della morte è stata la famiglia, con un messaggio sulla pagina Facebook ufficiale dell'attore. "Con il nostro più profondo rammarico, dobbiamo dirvi che Bud è in volo verso il suo prossimo viaggio", il post sul social network.

LINO BANFI: PERDIAMO UN GRANDE UOMO. "In questi casi si dicono tante cose che non significano granché.Non si piange quando non c'è più il grande attore ma quando non c'è più il grande uomo, quello che lui era. Un uomo di grandi valori che amava molto la sua famiglia. Era il primo argomento di cui mi parlava le rare volte che ci incontravamo. In questo ci assomigliavano. Bud era come me, una persona semplice. Questo voglio ricordarmi di lui". Così Lino Banfi ha ricordato il suo collega Bud Spencer, scomparso ieri

IL FIGLIO: GRANDE UMANITA' DI MIO PADRE. "Mio padre aveva una grande umanità e forza". Giuseppe Pedersoli ricorda così alle telecamere di Fanpage.it il padre Carlo, meglio noto come Bud Spencer, venuto a mancare a Roma. Il figlio smentisce la notizia di una lunga malattia: "Mio padre stava bene, aveva avuto una brutta caduta ed era stato ricoverato in ospedale. Tornato a casa si è aggravato." "Se n'è andato sereno - aggiunge - circondato da tutti i suoi affetti".

IL RICORDO DI JERRY CALA'. "Ciao Bud, grazie di tutto quello che mi hai insegnato. Sarai sempre il mio Bomber". Lo scrive sul suo profilo Instagram, Jerry Calà ricordando Bud Spencer. I due avevano lavorato insieme nel film 'Bomber'.

 

Ciao Bud,grazie di tutto quello che mi hai insegnato. Sarai sempre il mio Bomber

Una foto pubblicata da Jerry Cala' (@jerry_cala) in data:

 

 

Nato a Napoli il 31 ottobre del 1929, Carlo Pedersoli, questo il suo vero nome, è stato innanzitutto un'atleta, nuotatore e pallanuotista. E' stato il primo italiano a scendere sotto il minuto nei 100 metri stile libero e più volte ha conquistato il titolo italiano di stile e in staffetta. Nato a Santa Lucia, a pochi passi da Castel dell'Ovo, lasciò Napoli nel 1940 trasferendosi a Roma insieme alla famiglia, con cui per un periodo va a vivere anche in Brasile. Tornato a Roma diventa un atleta della Lazio e inizia la carriera di nuotatore: gareggia anche alle Olimpiadi di Helsinki e Melbourne. Arrivò il cinema: l'esordio è nell'hollywoodiano Quo Vadis?. Nel 1967 nasce la coppia Spencer-Hill in 'Dio perdona... io no!'.

Loading the player...

 Poco dopo l'annuncio della morte è arrivato il messaggio del premier Matteo Renzi su Facebook. Il premier ha anche sentito la famiglia per le condoglianze.

Cordoglio anche da parte del ministro ai Beni Culturali, Dario Franceschini: "Scompare un grande interprete del nostro cinema che nel corso della sua lunga carriera ha saputo divertire intere generazioni e conquistare il pubblico con la sua grandissima professionalità", ha detto.

IL RICORDO DI BUFFON. "Nei miei ricordi da bambino c'eri tu. Quei momenti e quelle immagini resteranno sempre con me". Lo scrive, ha scritto su Twitter il portiere della Juventus Gianluigi Buffon.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Milano, arriva OFFSide: il festival cinematografico dedicato al calcio

La prima edizione italiana dell'evento dal 25 al 27 maggio presso la Fabbrica del Vapore

Cannes 2018, a Marcello Fonte il Premio come Miglior attore per “Dogman”

Trionfo dell'Italia a Cannes: vincono Rohrwacher e Fonte. La Palma d'oro è giapponese

A "Shoplifters" il massimo riconoscimento del festival. "Dogman" vince la miglior interpretazione maschile, mentre "Lazzaro felice" la miglior sceneggiatura

Photocall di Dogman a Cannes

Cannes, i 21 film in corsa per la Palma d'oro: tra loro Garrone e Rohrwacher

Il riconoscimento verrà assegnato stasera: tra i favoriti i due italiani e la pellicola di Spike Lee

Massimo Decimo Meridio torna al Colosseo: proiezione da brividi per "Il gladiatore"

Una cornice unica per un concerto benefico a favore del programma End Polio Now