Dal nuovo ENIGMA, museo della comunicazione, al Flught Danish Refugee Museum al rinnovato e splendido Design Museum. Copenaghen imperdibile

 Il più grande traghetto ad alta velocità del mondo, quattro nuovi musei, nuovi hotel: se state progettando un viaggio in Danimarca, non perdetevi le novità di questo inizio 2022, anno del cinquantesimo anniversario di trono della regina Margherita II.

 Si chiama Express 5 il più grande traghetto ad alta velocità del mondo che porterà i visitatori sull’isola danese di Bornholm, la prima “regione mondiale dell’artigianato” in Europa (World Craft Region). L’isola ha una forte tradizione per la soffiatura del vetro e la lavorazione della ceramica ed è una delle mete preferite per gli amanti dell’arte. Il traghetto, concepito con la migliore tecnologia ed in modo ecologico, ha una capacità di 1.610 passeggeri e sarà pronto nei prossimi mesi. Una volta arrivati a Bornholm, non perdetevi un soggiorno nella nuova ala ad impatto zero della Green Solution House.

 Nasce a Copenaghen Enigma, un nuovo museo interattivo della comunicazione. Si trova nel quartiere Østerbro, nei locali dell’ex museo della posta e del telegrafo, che ha chiuso nel 2015. Interessante notare che il nuovo museo vuole raccontare i tempi attraverso temi come la sorveglianza, la comunicazione digitale e le fake news. Quattro le mostre di apertura: “Comunicazione in Crisi” dal punto di vista della guerra e delle crisi; “Mani in alto!” esplora l’innovazione e la creatività della comunicazione; “Sala giochi” espone giochi digitali e una sala giochi reale; “Mondo” è un parco giochi per i più giovani, con diversi schermi digitali da scoprire.

 In primavera aprirà il FLUGT Danish Refugee Museum. Si trova a Oksbøl in quello che, dal 1945 al 49, è stato il più grande campo profughi della Danimarca, nello Jutland meridionale: ospitava i rifugiati tedeschi dopo la seconda guerra mondiale. Lo studio di architettura Bjarke Ingels Group, BIG ha trasformato l’edificio in un museo che racconta le storie dei rifugiati tedeschi del 1945, ma anche dei rifugiati vietnamiti, bosniaci e siriani che sono arrivati in Danimarca negli ultimi anni.

 Altra grande apertura è il nuovo museo sotterraneo sulla Guerra Fredda. Si trova nella foresta di Rold Skov, nello Jutland del nord, 60 metri sottoterra. Era un bunker della Guerra Fredda REGAN Vest, costruito negli anni ’60. Impressionante nei suoi cinquemila500 metri quadrati: i visitatori potranno sperimentare il suo interno originale, dall’ufficio dei ministri e dei medici al dormitorio. In superficie, quattro scatole nere progettate dall’architetto AART offrono un’attività virtuale permettendo ai visitatori di sperimentare le ripercussioni di una bomba sul bunker e sul paesaggio circostante. Anche la villa, dove viveva il supervisore con la sua fami-glia, è stata ristrutturata e riportata alla sua gloria del 1980.

 Riapre a giugno, dopo due anni di ristrutturazione, il Design Museum Denmark. I lavori, importanti, hanno prodotto una reimmaginazione dell’esperienza museale, con nuove mostre e spazi per il pubblico. I vecchi pavimenti del seminterrato sono stati restaurati utilizzando le piastrelle iconiche e i disegni originali del progetto di trasformazione di Kaare Klint del 1920. Anche i frontoni e le decorazioni in pietra arenaria all’esterno dell’edificio saranno riportati al loro antico splendore.

 Novità anche nel mondo alberghiero: a marzo la catena Scandic aprirà il suo più grande hotel, lo Scandic Spectrum, con ristoranti specializzati, uno sky bar e una piscina di 25 metri. A giugno, Scandic Nørreport darà il benvenuto agli ospiti in un accogliente hotel con cento camere da letto, terrazza panoramica sul tetto, sky bar e ristorante. A marzo aprirà il 25Hours Hotel Indre, accanto all’iconica Torre Rotonda: 243 camere, un ristorante, un bar e una pasticceria, tutti negli edifici che un tempo ospitavano la facoltà di legge dell’Università di Copenaghen. Nel quartiere di Østerbro, la nuova Villa Canada permetterà agli ospiti di prenotare l’intera ex ambasciata canadese per feste o per un soggiorno di estremo lusso.

 Infine, per gli amanti delle due ruote, ricordiamo che Copenaghen è in cima alle classifiche delle città bike-friendly e che proprio dalla capitale danese partirà, a luglio, la corsa ciclisti-ca più prestigiosa del mondo, il Tour de France. La seconda tappa passerà per Roskilde e Nyborg, la terza tappa andrà da Vejle a Sønderborg. Una grande opportunità per esplorare alcune delle tante meraviglie che la Danimarca ha da offrire, con i suoi 12mila chilometri di piste ciclabil

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata