Si infiamma il Mondiale a tre gare dal termine: l'olandese della Red Bull sempre al comando della classifica piloti

Con una straordinaria rimonta Lewis Hamilton conquista il Gp del Brasile e riapre il Mondiale . Il pilota inglese della Mercedes, partito decimo in griglia (e ultimo nella sprint race di sabato) ha superato a pochi giri dal termine Max Verstappen, pilota della Red Bull e leader in classifica generale, suggellando una gara tutta all’attacco.

Terzo posto per l’altra Mercedes di Valtteri Bottas. Quarta la Red Bull di Sergio Perez davanti alle due Ferrari di Leclerc e Sainz.

A chiudere la top ten Gasly (Alpha Tauri), Alonso (Alpine), Ocon (Alpine) e Norris (McLaren). Al termine del mondiale mancano tre Gp.

“Questa vittoria dimostra che non bisogna mai mollare ed è con questa mentalità che ho approcciato a questo week-end. Questa vittoria è un po’ come la prima”, ha dichiarato Hamilton dopo il trionfo a Interlagos. Penso che questa sia stato il weekend più dura della mia vita. Quello che è successo dimostra che nonostante tutte le avversità non bisogna mai mollare. Era da Silverstone che non mi capitava di avere tutto questo sostegno, ne sono onorato e sorpreso. Il lavoro del team è stato fantastico. Ad inizio weekend non avrei mai detto che avremmo alla fine portato a casa tanti punti. E’ come se non avessi vinto da tantissimo tempo. Questa vittoria mi può ispirare per le prossime gare. Bottas è stato bravissimo oggi, portando punti al team. Io ho spinto più che potevo. Questa vittoria è per mio padre”. 

“Noi le abbiamo provate tutte, è stata una bella battaglia. Ci mancava il passo, abbiamo dato tutto. E’ stato divertente. La prossima gara? Abbiamo un buon vantaggio di punti e limitato i danni nel week end, sono fiducioso per le prossime gare”, ha invece dichiarato Verstappen al termine della gara.

L’olandese ha ora un vantaggio di 14 punti sul britannico che oggi ha guadagnato 7 punti sul rivale. Questi gli ultimi tre appuntamenti: il Gp del Qatar del 21 novembre, il Gp dell’Arabia Saudita il 5 dicembre e il Go di Abu Dhabi il 12 dicembre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata