Una tradizione inaugurata nel 1946 e che si ripete ogni anno

(LaPresse) A Roma puntuale a mezzogiorno come da 34 anni a questa parte, Mister Ok al secolo Maurizio Palmulli, ha salutato l’anno nuovo tuffandosi nel Tevere da Ponte Cavour tra gli applausi dei romani, turisti e curiosi. Una tradizione che nemmeno la pandemia è riuscita a fermare e che si ripete ogni anno da quando fu inaugurata nel 1946 dal’italo-belga Rick De Sonay. Era il primo Mister Ok, soprannominato così per il gesto che faceva con la mano poco prima di immergersi nel fiume in costume e cappello a cilindro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: