Nella cerimonia d'apertura anche la presenza particolarmente significativa della bandiera dell'Afghanistan.

L’imperatore del Giappone Naruhito ha dichiarato ufficialmente aperte le Paralimpiadi di Tokyo 2020, dopo la conclusione della cerimonia inaugurale con la sfilata delle 163 delegazioni che si sfideranno nelle gare che daranno vita alla manifestazione.  In totale oltre 4500 gli atleti. Ad aprire la cerimonia d’apertura la delegazione degli atleti rifugiati e con la presenza simbolica della bandiera dell’Afghanistan.  Successivamente c’è stata l’accensione del braciere olimpico, la cui fiamma sarà alimentata fino al 5 settembre data di chiusura dei Giochi Paralimpici. A causa delle restrizioni anti Covid imposte dal governo giapponese, la cerimonia si è svolge in uno stadio vuoto e privo di spettatori.

La truppa italiana, la più numerosa di sempre con 115 atleti, guidata dai portabandiera Bebe Vio e Federico Morlacchi, un oro e un bronzo ai Giochi di Rio 2016, la prima, un oro, tre argenti e tre bronzi, il secondo, da Londra 2012 a oggi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata