E prodotto da Video Arcobaleno e in onda su Food Network, canale 33, da venerdì 29 luglio dalle 8.40. Un viaggio nella 'sua' Maremma: "È un progetto molto bello e ambizioso, per la prima volta ho una conduzione in solitaria, ed è una scommessa anche per Discovery"

Un viaggio tra i paesaggi e i sapori della Maremma, in nove puntate, per esplorare questo territorio tra i più belli e ricchi del nostro Paese, in compagnia di una guida d’eccezione: Stefano Bini, che in Maremma è nato e ha trascorso una parte della sua vita. Bini, autore, conduttore e giornalista televisivo, con ‘Wild Food Maremma’, prodotto da Video Arcobaleno e in onda su Food Network, canale 33, da venerdì 29 luglio dalle 8.40, ci accompagna nella ‘sua’ Maremma, in un viaggio che saprà soddisfare i nostri sensi. “L’idea – racconta a LaPresse – è nata davanti a un aperitivo con mio cugino Valerio Mori, che non lavora in tv, fa tutt’altro. Ma ci è piaciuta subito, e tra una chiamata a Discovery, una chiamata a degli sponsor, abbiamo realizzato questo progetto, che andrà in onda dal 29 dalle 8.40 alle 10.40”. Un programma che rappresenta anche uno snodo importante nella carriera del conduttore: “È un progetto molto bello e ambizioso, per la prima volta ho una conduzione in solitaria, ed è una scommessa anche per Discovery, che per la prima volta porta un progetto generalista su una rete fortemente tematica. Da piccolo ho sempre sognato di fare tv a Roma, Milano, Londra e l’ho fatto, ma mai avevo condotto un programma nelle mie terre”. Stefano mette in campo anche la sua esperienza personale: “Da ragazzo ho fatto 14 stagioni nei ristoranti e alberghi della mia famiglia, ma non avevo mai congiunto la mia professione con le mie origini. Con ‘Wild Food Maremma’ ho trovato il sunto della mia professione e della mia famiglia, e sono molto felice. Questo è un altro punto di partenza, che spero mi porti al grande intrattenimento del day time o della prima serata, magari con eventi live sulle piazze perché amo il contatto con il pubblico”.
 

Stefano Bini_Foto di Giovanni Pintoni


Se c’è un luogo dove natura e cibo si fondono in un’armonia perfetta, è la Maremma toscana. Qui, le meraviglie paesaggistiche incontrano una ricca tradizione culinaria che va dagli antipasti ai dolci. In compagnia di Stefano Bini, Wild Food Maremma racconta il meglio di questa regione geografica che si estende tra le province di Livorno e Grosseto fino a Siena e Viterbo, partendo dalle ricette tipiche del territorio per poi esplorare la natura e le città nei dintorni. Tra spiagge e mari cristallini, borghi medievali e chiese rinascimentali, sarà un viaggio alla scoperta di una delle zone più belle della Toscana dove panorami mozzafiato e cieli azzurri si mescolano in un’atmosfera da sogno. Queste le mete protagoniste: Castel del Piano, Grosseto (città d’origine del conduttore), Magliano, Manciano, Orbetello, Piancastagniaio, Pitigliano, Saturnia e Sorano.
 
Una bella sfida per Stefano Bini, che, spiega, in questo programma è “ideatore, autore, capo progetto e conduttore, e ho voluto fortemente una casa di produzione della Maremma, una piccola casa di produzione artigianale che conoscesse bene il luogo. La Video Arcobaleno è specializzata in documentari, mi ha dato tante soddisfazioni, abbiamo girato in 4K, e già dal promo si vede la qualità. Sono nove puntate da un’ora ciascuna, si parte il 29 luglio, si chiude il 26 agosto con un appuntamento monotematico sulle Terme di Saturnia”.
 
“Sono nato a Grosseto – conclude Bini – nipote e figlio di ristoratori da sei generazioni e, dopo tante co-conduzioni, eventi in Italia ed Europa, volevo fare qualcosa per la mia terra, quella dove affondano le mie radici. Vi condurrò in questa terra che amo, a modo mio, in un’avventura tutta da scoprire e assaporare”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata