La sacerdotessa del rock parte martedì 26 dal Parco Archeologico. In programma show anche a Roma, Stresa e Cervia

E’ partito martedì 26 luglio dalla prestigiosa venue del Teatro Grande di Pompei (Napoli) il tour estivo di Patti Smith, icona statunitense del rock mondiale. La sacerdotessa, legatissima al nostro paese, si esibisce poi mercoledì 27 luglio a Roma per Rock in Roma alla Cavea Auditorium Parco della Musica, il 29 e il 30 a Stresa per lo Stresa Festival al Tecnoparco – Area Produttiva Confine Baveno (Verbania), il 31 luglio a Cervia (Ravenna) in piazza Garibaldi e infine con l’ultimo appuntamento a Milano, lunedì 1 agosto, al Castello Sforzesco per ‘Milano E’ Viva al Castello’

Patti Smith nella sua carriera di oltre quaranta anni ha attraversato il punk diventandone l’icona, analizzato il mondo intutte le sue forme d’arte, attraverso la musica, la fotografia, la poesia, i romanzi, la pittura e la scultura, lasciando un segno indelebile in ogni sua espressione.

I concerti estivi  vedranno l’artista ripercorrere la sua lunga e prolifica carriera,accompagnata dal figlio Jackson Smith alla chitarra, dall’amico di lunga data Tony Shanahan al basso e dal batterista Seb Rochford.

Cantante, cantautrice e poetessa, Patricia Lee Smith, in arte Patti Smith, è nata il 30 dicembre 1946 a Chicago, Illinois. Nel 1950 si trasferisce con la famiglia a Philadelphia e poinel New Jersey. Erano gli anni ’60 quando la giovanissima Patti Smith, poco più che ventenne, si trasferisce nella vibrante New York per trovare la sua strada. Il resto è storia: dalla chiacchierata relazione con il fotografo Robert Mapplethorpe fino alle primissime esibizioni nello storico CBGB’s, senza tralasciare il contratto con la Arista e la pubblicazione di “Horses”, uno dei migliori album della storia del rock. Patti Smith si è conquistata di diritto un posto nell’olimpo delle leggende del rock.Senza dubbio tra gli artisti più influenti di sempre, cantautrice e poetessa di enormetalento, Patti viene spesso citata da illustri colleghi come grande fonte di ispirazione, daMichael Stipe (R.E.M.) a Morrissey e Johnny Marr (The Smiths), da Madonna agli U2 a molti altri, al punto da presenziare alla cerimonia del Nobel per la letteratura al posto di BobDylan, per suo espresso desiderio. Brani come “People Have The Power”, “Gloria” (cover del brano dei Them di Van Morrison),“Dancing Barefoot” e “Because The Night” (scritta insieme a Bruce Springsteen) sono vere e proprie pietre miliari della musica e dell’immaginario collettivo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata