Il talento di Freddie Mercury e il cinismo del Grinch: i film al cinema dal 29 novembre

Il biopic "Bohemian Rhapsody", la commedia "Se son rose" e il drammatico "Tre volti": tutte le nuove uscite nelle sale italiane

Dalla nuova commedia di Leonardo Pieraccioni al nuovo volto (animato) del Grinch, dall'ultima regia di Jafar Panahi fino all'attesa maggiore: il biopic sui Queen: ecco tutte le uscita nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 29 novembre

Bohemian Rhapsody - Uno dei film più attesi dell'anno arriva in Italia distribuito dalla 20th Century Fox: la storia della nascita dei Queen e del talento unico di Freddie Mercury fino al concerto Live Aid del 1984. Il biopic, atteso dai fan di tutto il mondo della band inglese, vanta un cast perfettamente calato negli iconici personaggi: Rami Malek è Freddie Mercury, Ben Hardy è Roger Taylor, Joseph Mazzello è John Deacon e Gwilym Lee è Brian May. Un omaggio ai Queen che non ha niente di originale nel genere del biopic di note icone del cinema o della musica, ma permette di rivivere l'immortale musica della band sul grande schermo. Ed è sicuramente un'esperienza che vale la pena.

Il Grinch - Dopo successi come Cattivissimo Me, Minions e Pets, la Illumination Entertainment e la Universal Pictures tornano con un progetto tutto nuovo: la versione animata de Il Grinch. A 18 anni dal film diretto da Ron Howard con protagonista Jim Carrey, il libro di Theodor Geisel (alias Dr. Seuss) viene nuovamente adattati per il grande schermo. Il cinico brontolone e verde che decide di rubare il Natale è questa volta un cartoon che si avvale dell'ottimo doppiaggio di Benedict Cumberbatch in originale e di Alessandro Gassman nella versione italiana. Il Grinch vive sul Monte Crumpit in compagnia del suo fedele cane, Max. Isolato in una grotta piena di invenzioni e complicati attrezzi che utilizza per le sue necessità quotidiane, il Grinch entra in contatto con i suoi vicini solo quando deve avventurarsi nel paese di Chissarà per fare la spesa. Ma ogni anno a Natale i Chissaranno disturbano la sua solitudine con le loro celebrazioni sempre più grandi, più luminose e fastose. Quindi, quando i Chissaranno dichiarano che quest'anno festeggeranno il Natale in maniera tre volte più grande, il Grinch si rende conto che per lui c'è solo un modo per ritrovare pace e tranquillità: deve rubare il Natale. 

Tre volti - A tre anni da Taxi Teheran arriva il nuovo film di Jafar Panahi, regista iraniano che continua a fare cinema nonostante gli sia stato vietato dal governo. Vincitore del premio per la migliore sceneggiaura alla 71ma edizione del festival di Cannes, Tre volti è un viaggio in auto verso il nordovest rurale dell'Iran dove ogni incontro è pieno di fascino e ironia. La famosa attrice Behnaz Jafari riceve il video di una giovane che implora il suo aiuto per sfuggire alla propria famiglia conservatrice e tiranna. Bahnaz abbandona le riprese del film a cui sta lavorando e si rivolge al regista Jafar Panahi per risolvere il mistero del video e raggiungere la ragazza. Ancora una volta il regista gioca tra realtà e finzione per un'opera illegale dal forte messaggio politico e sociale.

Se son rose - "Sono cambiato, riproviamoci!", questo l'sms che la quindicenne Yolanda invia a tutte le ex fidanzate di suo padre Leonardo, un cinquantenne ostinatamente single che fa il giornalista di successo sul web occupandosi di alte tecnologie. E le donne rispondono, ognuna a modo loro. Leonardo Pieraccioni dirige ed è protagonista della commedia romantica Se son rose, circondato da un cast tutto al femminile: da Claudia Pandolfi a Gabriella Pession, da Mariasole Pollio a Michela Andreozzi.

Sono produzioni italiane i quattro drammi che fanno il loro debutto al cinema: Ride di Valerio Mastandrea, Ovunque Proteggimi di Bonifacio Angius, Un giorno all'improvviso di Ciro D'Emilio e Isabelle di Mirko Locatelli. Il primo è il racconto del lutto e del dolore di una donna che perde il marito in un incidente sul lavoro e il giorno prima del funerale deve fare i conti con se stessa. Ovunque Proteggimi è invece una storia di rinascita: protagonisti sono Alessandro, cinquantenne alienato e collerico, che vive con la madre e beve tanto; e Francesca, una giovane donna fragile che ha perso la custodia di suo figlio. I due fuggono insieme alla ricerca del bambino e della felicità. Un giorno all'improvviso è il racconto di un sogno, quello di Antonio, che ha 17 anni e vuole diventare un calciatore in una grande squadra. Vive in una piccola cittadina di una provincia campana, con la madre Miriam, e quando un talent scout del Parma lo nota, per i due sembra aprirsi una grande occasione. Isabelle è anche il nome della protagonista, interpretata da Ariana Ascaride, un'astrofisica di origini francesi che vive in Italia e condivide con il figlio il segreto di una drammatica vice

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata