Tornano Clint Eastwood e Remi: i film al cinema dal 7 febbraio

Dall'Italia "Copperman" e "10 giorni senza mamma", dagli States "Il corriere - The Mule", dalla Francia "Remì": tutte le nuove uscite nelle sale italiane

Luca Argentero diventa un supereroe, Clint Eastwood torna a recitare e dalla Francia arriva la nuova trasposizione di Senza famiglia sul piccolo Remì: ecco tutte le uscite nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 7 febbraio.

Il corriere - The Mule - Dieci anni dopo Gran Torino, Clint Eastwood torna protagonista di un film da lui diretto. Questa volta veste i panni di un veterano della seconda guerra mondiale che diventa uno spacciatore di droga e corriere quando, negli anni '80, si ritrova al verde. Basato sulla storia vera di Leo Sharp, raccontata dal giornalista Sam Dolnick nell'articolo del The New York Times The Sinaloa Cartel's 90-Year-Old Drug Mule, Il corriere vede nel cast nomi di fiducia per Eastwood come Bradley Cooper (già protagonista di American Sniper), Michael Peña (che nel 2004 recitò in Million Dollar Baby) e la figlia Alison Eastwood, al suo primo film importante.

Copperman - Luca Argentero diventa un supereroe nel nuovo film di Eros Puglielli. Copperman, in inglese "uomo di rame", è il nome che Anselmo assume di notte, quando combatte il crimine indossando l'armatura realizzata per lui dal fabbro del paese in cui vive. Anselmo è un uomo speciale che continua a vedere la realtà con gli occhi di un bambino: nonostante la durezza della vita, è cresciuto senza imparare a diffidare degli altri e continua a vedere nel mondo i colori delle fiabe e la forza magica dei supereroi.

Remi - Per la sesta volta il noto romanzo Senza famiglia di Hector Malot diventa un film. È il primo live-action dal 1970, ma negli ultimi 40 anni la storia di Remì è stata anche raccontata da due prodotti giapponesi: l'anime Remi - Le sue avventure e la serie animata Dolce piccola Remì, in cui il protagonista è stato trasformato in una bambina. Diretta da Antoine Blossier la nuova trasposizione torna a ruotare intorno al bimbo del romanzo originale: un orfano di dieci anni che, dopo aver vissuto insieme alla dolce signora Barberin, viene affidato al musicista Vitalis (il noto attore francese Daniel Auteuil) che gli insegnerà ciò che sa sulla musica. Insieme a lui e agli inseparabili amici (il cane Capi e la scimmietta Joli-Couer) Remì intraprenderà un viaggio per la Francia che lo porterà a scoprire le sue vere origini.

10 giorni senza mamma - Alessandro Genovesi dirige una nuova commedia. Protagonista Fabio De Luigi nei panni di un papà che conosce poco e niente i sui figli. È sua moglie Giulia (Valentina Lodovini) a occuparsi dei bambini di 13, 10 e due anni. Almeno fino a quando la donna non decide di prendersi una pausa e partire dieci giorni per Cuba. Il peso dei figli allora ricade tutto su di lui, Carlo, proprio nel momento in cui un giovane ambizioso rischia di prendere il suo posto nell'ufficio delle risorse umane dove lavora da quindici anni.

I nomi del signor Sulsic - Elisabetta Sgarbi dirige la drammatica storia di Irena Ruppel, una donna slovena che risale il tempo per ricostruire il suo passato e sanare le ferite di un abbandono. Lo fa affidando a Ivana, giovane ricercatrice dell'università di Ferrara, il compito di ricostruire la vita di Sara Rojc, morta nel 1992 e depositaria di un segreto di cui ha lasciato testimonianza al vecchio custode del cimitero ebraico. 

A Si Biri - Francesco Trudu dirige la seconda commedia italiana in uscita questa settimana. Protagonista Leona che, abbandonata la carriera da porno diva decide di tornare a vivere nel piccolo paesino della Sardegna di cui è originaria. Tutti gli abitanti resteranno scossi dal suo arrivo e proveranno ad allontanarla a causa del suo passato, ma tutti in fondo hanno qualcosa da nascondere.

Le nostre battaglie - Una co-produzione di Belgio e Francia, il dramma di Guillaume Senez è la storia di un caporeparto che vive per lavorare ma trascura la sua famiglia. Un giorno la moglie Laura decide di lasciare lui e i suoi figli e Olivier dovrà affrontare la sua nuova vita da padre single.

Il professore cambia scuola - Sempre dalla Francia arriva il nuovo film di Olivier Ayache-Vidal, documentario sul professore François Foucault, che improvvisamente viene trasferito dal prestigioso liceo Henri IV di Parigi in una scuola di periferia. Arriva aspettandosi il peggio e dovrà confrontarsi non solo con i limiti del sistema educativo ma anche con i suoi principi e i pregiudizi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata