Il thriller di Johnny Depp e la commedia di Frank Matano: i film al cinema dal 10 gennaio

L'investigativo "City of Lies", "Benvenuti a Marwen" di Zemeckis e le commedie "Non ci resta che il crimine" e "Attenti al gorilla" : tutte le nuove uscite nelle sale italiane

Torna il cinema visionario di Robert Zemeckis, Johnny Depp toglie gli abituali abiti eccentrici per vestire i panni di un detective e non manca la commedia made in Italy: ecco tutte le uscite nelle sale cinematografiche italiane a partire da giovedì 10 gennaio

City of Lies. A oltre vent'anni dalle morti di Tupac Shakur e The Notorious B.I.G., Brad Furman (The Lincon Lawer, Runner, Runner) dirige un thriller investigativo che ripercorre gli omicidi dei due cantanti. Per farlo si basa su un libro scritto da Randall Sullivan, LAbyrinth, e sceglie Johnny Depp e Forest Whitaker nei ruoli dei protagonisti. Gli attori interpretano rispettivamente il detective Russell Poole e il giornalista Jack Jackson. Entrambi hanno cercato per anni informazioni sui casi e quando si incontrano, cercano di mettere insieme i pezzi del puzzle e identificano una cospirazione poliziesca, che si collega anche allo scandalo del distretto corrotto di Rampart.

Non ci resta che il crimine. Arriva un'altra commedia agrodolce firmata Massimiliano Bruno. Dopo Nessuno mi può giudicare, Gli ultimi saranno ultimi e Beata ignoranza, il regista e sceneggiatore romano raduna un cast d'eccezione per un viaggio nel tempo molto particolare. Due sfaccendati, Moreno (Marco Giallini) e Sebastiano (Alessandro Gassman), e il commercialista precario Giuseppe (Gianmarco Tognazzi), amici da una vita, cercano continuamente modi per fare soldi. L'ultima idea è organizzare tour dei luoghi frequentati dalla Banda della Magliana. Un'idea che li porta a fare un viaggio spaziotemporale: i tre amici vengono catapultati all'epoca in cui erano bambini, il giugno 1982, per la precisione, fra i componenti di quella banda criminale degli anni '80.

Benvenuti a Marwen. A due anni da Allied - Un'ombra nascosta, il visionario regista di Ritorno al futuro e Forrest Gump torna al cinema con un nuovo titolo. Basandosi sul documentario del 2010 Marwencol, Robert Zemeckis racconta la vera storia del fotografo e artista Mark Hogancamp, che perse la memoria e la capacità di parlare e camminare in seguito al violento pestaggio da parte di cinque uomini che lo avevano sentito dire che gli piaceva travestirsi. Sopravvissuto all'attacco, Hogancamp ha fronteggiato il trauma e guarito la terribile amnesia che gli impediva di ricordarsi della sua vita adulta costruendo un villaggio per bambole in stile Seconda guerra mondiale chiamato "Marwen". Zemeckis ha scelto di affidare a Steve Carell il ruolo del protagonista e di permettere allo spettatore di entrare nella mente del fotografo alternando scene in computer grafica a sequenza in live-action, con gli attori in carne e ossa.

Una notte di 12 anni. Francia, Argentina e Spagna coproducono Una notte di 12 anni, dramma ambientato nell'Uruguay del 1973, quando il Paese è sotto il controllo di una dittatura militare. In una notte di settembre, nove prigionieri vengono portati via dalle loro celle nell'ambito di un'operazione militare segreta che durerà 12 anni. Da quel momento in poi, verranno sottoposti a una nuova forma di tortura mirata ad abbattere le loro capacità di resistenza psicologica: i prigionieri saranno spostati, a rotazione, in diverse caserme sparse nel Paese e assoggettati a un macabro esperimento.

Attenti al gorilla. Frank Matano, Cristiana Capotondi e... un gorilla. Questi i protagonisti della nuova commedia di Luca Miniero. Un avvocato fallito decide di fare causa allo zoo della città, per recuperare la stima della sua famiglia e l'amore di sua moglie. La vince ma dovrà portarsi il gorilla e conviverci.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata