La pellicola del 2017 arriva anche sugli schermi cinematografici italiani

“Le cose non sono sempre come sembrano”. Lo conferma Michael Pearce nel suo “Beast“, un film che attraversa diversi generi, dal thriller horror al dramma familiare. La pellicola con Jessie Buckley uscirà nelle sale italiane giovedì 9 settembre e sarà distribuita da Pier Francesco Aiello per PFA Films ed Emme Cinematografica.

Beast“, del 2017, arriva in Italia quattro anni dopo la presentazione al Toronto International Film Festival e tre anni dopo la distribuzione nel Regno Unito. Il film è ambientato in una piccola comunità isolana, dove una giovane donna del posto, molto problematica, si innamora di un misteriosostraniero” che le offre la possibilità di fuggire dalla sua famiglia oppressiva. Quando quest’ultimo viene accusato di una serie di brutali omicidi, lei lo difende contro tutto e tutti.

“Beast”: una fiaba tragica e oscura

Beast preview - London

Beast preview – London

Michael Pearce, al debutto alla regia di un lungometraggio, consapevole che la pellicola ricorda la storia della “Bestia di Jersey”, ha deciso di dare al racconto qualcosa di “mitico”.

“Mi sono reso conto che questa storia sembrava una favola. Questa è un’eroina apparentemente ingenua, rinchiusa in un ambiente familiare soffocante, che si avventura nei boschi e incontra un uomo che potrebbe essere il Principe Azzurro… o il Lupo Cattivo”, ha spiegato. 

“Quindi, se il film si confronta con diversi generi – thriller, storia d’amore, horror psicologico, melodramma familiare – e prende in prestito da tutti questi registri, è in definitiva una fiaba tragica e oscura per gli adulti. È la storia di una giovane donna che deve affrontare diversi mostri: quelli che fanno parte della sua famiglia, quelli che si nascondono nella foresta e quelli che giacciono dormienti in lei”, ha concluso il regista.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Jessie Buckley (@thejessiebuckley)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata