Indimenticabili gli sketch e la sitcom “Casa Vianello” assieme al marito Raimondo

sandra-mondaini

Anni ’60 – Raimondo Vianello e Sandra Mondaini 

Sandra Mondaini avrebbe compiuto oggi 90 anni. Attrice e presentatrice, compagna di vita e in tv di Raimondo Vianello, Sandra Mondaini è scomparsa a Milano il 21 settembre 2010, appena cinque mesi dopo il marito, con il quale sono stati inseparabili fino alla fine.

Nata a Milano il 1° settembre 1931, la piccola Sandra diventa una star già a pochi mesi, in una campagna pubblicitaria per la salute dei bambini. D’altronde lei ha sempre amato l’universo dei più piccoli, tanto da creare per loro uno dei suoi personaggi più celebri, il famoso Sbirulino. Famosissimi i suoi sketch a “Gran Varietà”, programma radiofonico che ha visto, tra gli altri, alla conduzione Raffaella Carrà, Walter Chiari, Paolo Villaggio e Gino Bramieri. E ancora il varietà “Sai che ti dico?” con Iva Zanicchi, le partecipazioni a “Domenica In”, i tantissimi prodotti pubblicizzati per “Carosello”.

Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, la grande coppia!

Attrice comica, presentatrice, ma non solo. Sandra Mondaini riusciva a travolgere con la sua grande comicità, senza essere mai eccessiva. I ricordi televisivi più celebri sono legati ai lavori con il marito Raimondo Vianello. Fa parte della storia della tv italiana la sitcom “Casa Vianello” nella quale Sandra e Raimondo interpretavano loro stessi, una coppia sposata alle prese coi problemi quotidiani e la routine di tutti i giorni. “Casa Vianello” è andata in onda per quasi venti anni, dal 1988 al 2007.

Impossibile ricordare Sandra senza Raimondo, e viceversa. Le battute più celebri della coppia comica riguardano proprio il loro matrimonio.

“Se mi guardo indietro non ho pentimenti. Dovessi ricominciare, farei esattamente tutto quello che ho fatto. Tutto. Mi risposerei anche. Con un’altra, naturalmente”, diceva Raimondo a proposito della moglie, conosciuta nel 1958 e sposata quattro anni dopo. Indimenticabile la frase finale che chiudeva ogni puntata di “Casa Vianello”, quando la coppia, a letto, si preparava a dormire. “Che barba, che noia” pronunciata da Sandra è diventata una fase cult, entrata nel linguaggio comune. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata