Coronavirus, l'appello dell'infermiere contagiato a Napoli: "Senza collaborazione dovremmo scegliere chi salvare"

La testimonianza del 28enne Daniele, originario di Teverola, che lavora presso l'Azienda Ospedaliera dei Colli di Napoli

(LaPresse) "Se non c'è collaborazione presto saremo costretti a decidere chi salvare", a lanciare l'appello è Daniele, infermiere di 28 anni, originario di Teverola, che lavora presso l'Azienda Ospedaliera dei Colli di Napoli e che ha contratto il Covid-19 dopo essere entrato in contatto con alcuni pazienti positivi. Daniele ha poi descritto le condizioni di lavoro estreme in cui lui e i suoi colleghi lavorano: "Scarseggiano i dispositivi di protezione individuale, guanti, mascherine, visiere che fondamentalmente sono l'unica cosa che ci divide dal virus".