Vitalizi, trovata intesa per il taglio anche con le Regioni. Di Maio: "Giornata storica"

E Matteo Salvini è d'accordo: "Si passa dalle parole ai fatti"

Anche con le Regioni è stato trovato un accordo per il taglio dei vitalizi ai consiglieri. Ad annunciarlo è il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Riccardo Fraccaro: È con grande soddisfazione che possiamo comunicare il raggiungimento dell'intesa in Conferenza Stato-Regioni: tagliamo i vitalizi anche ai consiglieri regionali, è un risultato storico del Governo del cambiamento. Cade così l'ultimo baluardo dei privilegi, finalmente riavviciniamo le istituzioni ai cittadini con una riforma che cancellerà per sempre i vitalizi dei consiglieri regionali e consentirà di risparmiare 150 milioni di euro in 5 anni". Poi aggiunge: "L'intesa che abbiamo proposto e che è stata accolta dalle Regioni prevede, sul modello di quanto già fatto dalla Camera e dal Senato, di applicare il metodo contributivo anche ai consiglieri regionali per tutti gli assegni, diretti, indiretti e di reversibilità. Con quest'accodo saniamo una situazione inaccettabile applicando finalmente a tutti i politici le stesse norme che valgono per i cittadini. È prevalso il buonsenso, ora le Regioni approveranno entro fine maggio le leggi per applicare il taglio. Siamo orgogliosi di portare a compimento una nostra battaglia di giustizia sociale che consente di restituire credibilità alle istituzioni". "È un risultato senza precedenti - ha concluso Fraccaro - e lo dedichiamo a tutti gli italiani che credono nel cambiamento".

Per Luigi Di Maio si tratta di "un'altra giornata storica. Da ricordare". "Dopo il taglio dei vitalizi in Parlamento, - ha dichiarato il vicepremier - abbiamo trovato un'intesa sul taglio dei vitalizi anche nelle Regioni, dove verrà applicato il metodo contributivo, come accade per qualsiasi altra persona normale. Questo consentirà di risparmiare circa 150 milioni di euro in 5 anni. Ringrazio le Regioni per aver compreso la necessità di dare un segnale diverso. Il cambiamento c'è e lo stiamo vedendo, ma la strada è ancora lunga. Quello odierno è un altro passo avanti. Non ci fermiamo".

Gli fa eco Matteo Salvini: "Taglio di sprechi e privilegi, con la Lega si passa dalle parole ai fatti. Ne sono orgoglioso!"
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata