E' uno dei decani della Lega, di cui è attualmente vicesegretario

Giancarlo Giorgetti, 51 anni, sarà il prossimo ministro dello Sviluppo economico, prendendo il posto di Stefano Patuanelli del M5S. Giorgetti è uno dei decani della Lega, di cui è attualmente vicesegretario. È stato segretario nazionale della Lega Lombarda dal 2002 al 2012. Dopo l’esperienza da sindaco del suo paese, Cazzago Brabbia, in provincia di Varese, ha ricoperto una serie di ruoli di rilievo a Roma ed è deputato del Carroccio ininterrottamente dal 1996. Prima una breve esperienza nel 2001, con Silvio Berlusconi premier, come sottosegretario del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, ha guidato per dieci anni, dal 2001 al 2006 e dal 2008 al 2013, la commissione Bilancio della Camera.

Laureato in Economia all’Università ‘Luigi Bocconi’ di Milano, di professione commercialista, Giorgetti è stato revisore contabile del Comune di Varese e consigliere di Credieuronord, la banca del Carroccio, ed è cugino del banchiere Massimo Ponzellini. Tra i vari ruoli ricoperti nella Lega, quello di capogruppo alla Camera, nella scorsa legislatura e in quella appena iniziata. Nel 2013, l’ex sindaco di Cazzago Brabbia è entrato a far parte del ‘Gruppo dei saggi’, su invito dell’allora presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con l’obiettivo di preparare iniziative di leggi nel campo economico e sociale. Nella XVII legislatura, la penultima, Giorgetti è stato presidente della commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale. Ribattezzato il Gianni Letta del Carroccio, Giorgetti è uno dei più ascoltati consiglieri del segretario Matteo Salvini. Una curiosità: è tifoso della squadra inglese del Southampton.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata