Il direttore dell'agenzia, Rafael Grossi: "Imperativo è istituire zona di protezione e sicurezza nucleare.

“I bombardamenti hanno causato un blackout totale a Energodar e hanno compromesso il funzionamento sicuro della vicina centrale nucleare di Zaporizhzhia. Chiedo pertanto con urgenza l’immediata cessazione di tutti i bombardamenti in tutta l’area”. Lo ha detto il direttore dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica Rafael Grossi. “Questo drammatico sviluppo dimostra l’imperativo assoluto di istituire ora una zona di protezione e sicurezza nucleare. Questo è l’unico modo per garantire che non ci troviamo di fronte a un incidente”, ha aggiunto. Già nei giorni scorsi, dopo il completamento della missione degli esperti dell’Aeia all’impianto nucleare, l’agenzia aveva dato il suo allarme: “La situazione è insostenibile”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata