Così la premier britannica nel suo primo discorso alla Camera dei Comuni durante il question time

Prima riunione di governo per la premier britannica Liz Trus, che ieri ha nominato un esecutivo eterogeneo per etnia e genere. Tra le prime telefonate ricevute dalla premier, quella del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che ha invitato la primo ministro a Kiev. La premier ha accettato l’invito e visiterà “presto” Kiev.

Attesa per il piano energia, che Truss presenterà domani: “Le persone in tutto il nostro paese stanno lottando con il costo della vita e con le bollette energetiche. Ed è per questo che io, come premier, agirò immediatamente per aiutarle”, “domani in quest’aula” presenterò il piano del governo, ha detto la premier parlando al question time alla Camera dei Comuni, che incalzata dal leader dell’opposizione, il laburista Keir Starmer, si è detta contraria a una tassa sugli extraprofitti alle società energetiche.  “Sono contro una tassa sugli extra-profitti”, ha detto la nuova prima ministra. “Credo che scoraggiare le aziende dall’investire nel Regno Unito sia cosa sbagliata da fare proprio quando abbiamo bisogno di far crescere l’economia”, ha aggiunto Truss, che in mattinata ha avuto la sua prima riunione di Gabinetto. Il governo da lei nominato è di composizione varia per genere e origine, ma è unito nel sostegno alle visioni fermamente liberiste della premier.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag:,