Terrore tra i bagnanti, ma nessuno è rimasto ferito

Alla fine tutto si è risolto con tanto spavento, ma ci sono stati veri e propri attimi di terrore, martedì 7 dicembre, sulla spiaggia di un resort di Cancún, rinomata località turistica del Messico. Una falange di uomini armati, a bordo di moto d’acqua, si è fermata davanti alla spiaggia di Langosta e ha iniziato a sparare in aria. Alcuni dei turisti che hanno assistito allo spettacolo sembravano imperterriti. Altri sono apparsi visibilmente scossi dall’incidente. Per fortuna, però, nessuno è rimasto ferito e la spiaggia è stata immediatamente presidiata dalle guardie del “battaglione turistico” di Quintana Roo, che alcuni giorni fa ha iniziato le operazioni con 415 membri della Guardia nazionale assegnati a proteggere l’area. La sparatoria è l’ultimo capitolo della violenza delle bande di droga che ha macchiato la reputazione della costa caraibica del Messico come un’oasi un tempo tranquilla.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata